UN AMORE VIOLENTO

di

Giovani, belli, legati da un sentimento profondo. Ma uno dei due ha incontrollati scatti d'ira. E picchia l'altro. L'esperto consiglia: «scappa da un rapporto che ti fa più...

854 0

Caro Leo, ti scrivo per chiederti un consiglio sulla mia difficile situazione. Ho diciotto anni e sto insieme ad un ragazzo di ventuno. Lui è bellissimo, sembra un Dio. Non ho mai visto un ragazzo più bello di lui, e non esagero. Ha una bellezza sbarazzina, dolce e da mascalzone allo stesso tempo. Io lo amo e lui mi ama. Lui è un pittore, e vive in un monolocale. Stiamo insieme da poco ma io lo amo già tantissimo. Non so perchè tra tutti quelli che poteva avere abbia scelto me. Fatto sta che dice di amarmi e di voler passare il resto della vita con me. Insieme stiamo bene e la nostra è una bellissima storia. O almeno è quello che continuo a ripetermi.

Il fatto è che lui a volte è violento. Violento con sè stesso e con me. A volte si fa prendre da una rabbia incontrollabile, perchè non trova l’ispirazione per i suoi quadri, e allora diventa cattivo e violento. Una volta mi hai tirato uno schiaffo che per poco non mi rompeva la mascella. Poi quando la rabbia è sbollita ha cominciato a piangere e a chiedermi perdono. E io l’ho perdonato. Ma la cosa si è ripetuta, ma io l’ho sempre perdonato perchè lo amo.

Ma oggi, mentre ti scrivo vedo riflesso nello schermo l’ occhio nero che che mi ha fatto ieri sera e non posso fare a meno di chiedere aiuto a qualcuno. Sono io stupido che continuo a subire? Perchè la forza per difendermi ce l’ho ma non la uso perchè la sola idea di fargli del male mi uccide. Perchè un momento mi dice che vive per me e un attimo dopo mi offende e mi picchia? E’ malato? E’ solo un bastardo o c’è qualcos’altro dietro? La cosa che mi spaventa di più è che credo che continuerò a stare con lui nonostante tutto. Aiutami ad uscirne se così deve essere o a trovare una soluzione, se c’è. Aspetto al + presto una risposta.

Grazie, Marco 84

Carissimo Marco,

la situazione non è certo rosea. La storia che racconti è un amore ‘a due facce’: da una parte c’è la faccia idilliaca, quella che ti fa ritenere incredibilmente fortunato a stare con un ragazzo splendido che dice di amarti e che chiaramente adori. Dall’altra, però, c’è la faccia violenta, che scoppia quando meno te lo aspetti. Traspare da quello che scrivi la consapevolezza che in questo rapporto c’è qualcosa (molto) di sbagliato, e ed è effettivamente così. Per quanto tu affermi che la vostra è una bellissima storia, tieni bene in testa l’idea che L’AMORE NON HA NIENTE A CHE FARE CON LA VIOLENZA. Probabilmente, quando il tuo ragazzo ti dice che vive per te dice esattamente quello che sente, ma, di certo, quando ti tira uno schiaffo non ti sta dando grande prova del suo amore. Giustamente, ti chiedi perché si comporti così, se è malato o solo un bastardo. Il punto è questo: cosa cambierebbe? Nel caso che lui abbia un problema di personalità, non sta a te cercare di risolverlo (tanto più che lui non sembra sentirne il bisogno) ma a lui e ad un bravo specialista. E se è un bastardo… beh, non c’è bisogno che ti dica cosa fare, vero?

Il fatto è che a volte nelle coppie si instaurano delle dinamiche di potere per cui una persona ha molto più potere dell’altra: quella che ha più potere lo esercita in tanti modi, dal picchiare all’offendere all’impedire all’altra di vedere gli amici ecc. Gli schiaffi certamente non sono indice di una relazione ‘sana’: un rapporto di coppia deve far crescere, farti sentire appagato, non farti sentire impotente o distruggerti! In più, quando accadono episodi di violenza del tipo che hai raccontato, è difficilissimo stabilire con quanta frequenza e con quale gravità tali episodi si ripeteranno: pensaci, se non vuoi trovarti a vivere ogni minuto con la paura di un ennesimo scoppio incontrollabile di rabbia da parte del tuo ragazzo!

Quello che mi preoccupa di più, però, è quello che dici di te: che lo hai sempre perdonato, e che hai paura che resterai con lui nonostante tutto. Sembra che questo rapporto ti abbia tolto non solo la forza, ma anche la speranza di un cambiamento! Ricorda che, almeno in questa fase, tentare di cambiare lui sarebbe probabilmente inutile, cerca di cambiare la TUA situazione, e fallo il prima possibile: cerca sostegno al di fuori della coppia (i tuoi amici, la famiglia se è disponibile ad ascoltarti, e se te la senti un esperto) e prova ad uscirne! So che non sarà facile, e che sarà certamente doloroso staccarti da un ragazzo che ami così tanto, ma prova a riflettere: stai soffrendo moltissimo anche DENTRO la relazione, e difficilmente riuscirai a riequilibrarla da solo, nonostante tutta la tua buona volontà e il tuo amore.

Leggi   Università licenzia professoressa per un post a sostegno delle persone LGBT

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...