Aids: omofobo il nuovo consigliere di Bush

E’ convinto che l’Aids sia una ‘peste gay’ e che la omosessualità sia ‘un peccato come l’incesto’. Le idee di Jerry Thacker stanno provocando polemiche.

WASHINGTON – E’ convinto che l’Aids sia una ‘peste gay’ e che la omosessualità sia ‘un peccato come l’incesto’. Le idee di Jerry Thacker, un nuovo consigliere del presidente George Bush nella lotta all’Aids, stanno provocando polemiche.

Thacker è stato appena nominato tra i 35 membri della commissione creata dalla Casa Bianca per studiare come prevenire e combattere la diffusione dell’Aids.

“Questo individuo ha idee estreme che lo portano ad umiliare una intera classe di persone vittime di questa epidemia – ha sottolineato David Smith, portavoce della Human Rights Campaign – Non dovrebbe consigliare Bush su come il governo deve agire per combattere questa malattia”.

Thacker ha definito l’omosessualità “uno stile di morte, non uno stile di vita” ed è convinto che l’Aids sia “una peste gay”.

Il consigliere presidenziale ha contratto il virus dell’Aids nel 1986, tramite la moglie che sarebbe stata a sua volta contagiata da una trasfusione di sangue. “Non volevamo che nessuno pensasse che fossimo omosessuali – ha raccontato a suo tempo Thacker – perchè tutti sapete cosa dice la Bibbia degli omosessuali. La omosessualità, come l’incesto o la bestialità, non è genetica: migliaia di omosessuali sono riusciti a sfuggire a questo peccato”.

Sul sito Internet di Thacker alcune delle sue affermazioni più estreme contro gli omosessuali sono state rimosse dopo la sua nomina a membro della commissione anti-AIDS.

Ti suggeriamo anche  LILA, "Solidarietà agli ospiti HIV di Bitonto: basta discriminazioni, basta istituzioni inermi"
Attualità

La Polonia potrebbe avere il suo primo presidente favorevole ai diritti LGBT: conosciamo Rafał Trzaskowski

E' Rafał Trzaskowski, già sindaco di Varsavia. Una possibile svolta per la Polonia omofoba che tristemente conosciamo.

di Alessandro Bovo