Arabia: giustiziati due gay, uccisero testimone

Due uomini sono stati giustiziati in Arabia Saudita lo scorso 13 marzo per l’assassinio di un uomo pakistano che loro temevano potesse divulgare la loro relazione omosessuale.

RIAD – Due uomini sono stati giustiziati in Arabia Saudita lo scorso 13 marzo per l’assassinio di un uomo pakistano che loro temevano potesse divulgare la loro relazione omosessuale.

Secondo il ministro dell’Interno, Ahmed al-Inizi e Shaher al-Ruwaily hanno investito con un’auto Malek Zade Khan, fracassandogli poi il cranio con un masso e dandogli infine fuoco. Questo dopo che l’uomo li aveva accidentalmente visti in atti sessuali.

L’esecuzione è stata eseguita a Arar, una città del nord vicina al confine con l’Iraq.

Ti suggeriamo anche  The Sims vietato in 7 Paesi per i suoi contenuti LGBT
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni