2018, ecco i 20 post di Gay.it che hanno raccolto più ‘like’ social

Un anno di notizie, di condivisioni e di ‘like’ social. Ecco le 20 del 2018 che vi sono ‘piaciute’ di più. Almeno su Facebook.

Il 2019 è alle porte, e allora è arrivato il momento di guardarci indietro, ovvero a quel 2018 ricco di notizie che nel nostro piccolo abbiamo provato a farvi conoscere e che proprio voi, fedeli lettori, avete seguito, commentato e condiviso. Decine di migliaia di volte.

Abbiamo infatti raccolto i 20 post che hanno ottenuto più ‘mi piace’ sul nostro account Facebook, diventando di fatto ‘virali’. Venti notizie, di gioie e di dolori, di conquiste e privazioni, di sfiancante omofobia e di ribellione, da rileggere tutte d’un fiato, in attesa di un 2019 che tutti noi ci auguriamo più inclusivo e meno violento.

20°) Casa negata a coppia gay: ‘Nel palazzo vivono dei bambini’

Antonio, parrucchiere professionista, stava cercando una nuova casa per lui e il suo compagno. Sembrava che avesse trovato la sistemazione perfetta in un appartamento nella città campana, e la trattativa tra lui e il proprietario era quasi conclusa. Ma quando il primo ha scoperto che si trattava di una coppia gay, ha subito ritirato l’offerta, rifiutandosi di affittare l’appartamento a due omosessuali. Quasi 4500 ‘like’ per questa triste storia pregna di omofobia.

19°) Scozia primo Paese al mondo ad insegnare storia LGBT nelle scuole
Oltre 5300 ‘mi piace’ per la Scozia, diventata primo Paese al mondo ad istituire lezioni e laboratori LGBT-inclusive nelle scuole. Ad annunciarlo il vice-primo ministro John Swinney, a nome del Governo.

18°) Milano, è un flop il presidio PDF contro la metro rainbow ma Adinolfi denuncia: ‘insulti e sputi, siamo noi i discriminati’
Quasi 6000 ‘mi piace’ per il pacifico e legittimo sit-in del Popolo della Famiglia in pieno centro a Milano, per protestare contro la metro ‘rainbow’ voluta dal Comune, seguito da 10 persone. Di fatto passato completamente inosservato e dai più volutamente snobbato.

17°) Napoli, due ragazze si baciano in un McDonald’s: ‘basta un po’ di contegno’, intima la guardia
Circa 6000 like per Miry e Vittoria, coppia vittima di omofobia nel McDonald’s di Via Scarlatti Vanvitelli, al Vomero, Napoli. La guardia, dopo averle viste scambiarsi un semplice bacio, ha chiesto loro ‘contegno’.

16°) Matteo Salvini promette: “Le famiglie nel mio Governo saranno con un papà e una mamma”
6000 ‘mi piace’ (di rabbia) per il primissimo comizio da ministro dell’Interno per Matteo Salvini, che ha ben pensato di sparare nuove bordate alle famiglie omogenitoriali.

15°) Rugbisti italiani in posa contro l’omofobia, il calendario 2019
Oltre 6600 ‘like’ per Rainbow 365 – Colori vs Omofobia, il calendario dei rugbisti italiani in posa contro l’omofobia.

14°) Marco Carta fa coming out in diretta tv: ‘sono gay e ho un fidanzato’ – video
Da quasi 10 anni ‘atteso’, il coming out in diretta tv di Marco Carta ha raccolto oltre 6700 like social.

13°) ‘Bambini gay, si può provare con la psichiatria’, l’ultima follia di Papa Francesco
Di ritorno da Dublino, Papa Francesco è tornato a parlare di omosessualità e famiglie arcobaleno. Scatenando apprezzamenti e indignazione, con oltre 7600 like.

12°) Laboratori annullati e mostre non concesse: artista gay discriminato a Treviso
Matteo Della Libera si è visto rifiutare un corso e una mostra per il suo orientamento sessuale. Una follia da oltre 7800 like.

11°) Luca e Alex, uccisi dal monossido: la stampa italiana vi deve delle scuse
Fu una delle primissime notizie del 2018, la triste storia di Luca e Alex: coppia gay che la stampa italiana fatica a definire tale. Quasi 8000 i ‘mi piace’.

Leggi   V-Start, uno spot contro razzismo e omofobia - VIDEO

10°) Omofobo insulta e aggredisce un ragazzo gay sul bus ma ha la peggio – il video
Oltre 8000 like per l’omosessuale vittima di omofobia su un bus di New York, che ha saputo reagire colpendo pesantemente l’omofobo di turno.

9°) Diritti Umani, Paola Binetti eletta vicepresidente: Comparò l’omosessualità alla pedofilia
Membro dell’Opus Dei, ex UDC e ora Forza Italia, vede l’omosessualità come una devianza della personalità. Eppure Paola Binetti è stata eletta alla vicepresidenza della Commissione Diritti Umani di Palazzo Madama. Una porcata da oltre 8600 ‘mi piace’.

8°) Noemi ha sposato la sua vocalist e la compagna: “Tutto ciò che conta è l’amore”
La cantante ha celebrato le nozze tra Diana Winter e l’amata Carolina. L’annuncio social che ha raccolto oltre 9000 like.

7°) Si suicida a 9 anni: veniva bullizzato dai compagni di scuola omofobi
Oltre 9100 ‘mi piace’ di sgomento per il bimbo di nove anni che si è suicidato dopo aver subito quattro giorni di bullismo in una scuola pubblica americana, dopo aver dichiarato la propria omosessualità ai compagni.

6°) Nasceva oggi Evelyn Hooker, la donna che dimostrò che i gay non sono malati di mente
Si mise in testa di convincere la comunità scientifica che l’omosessualità è una caratteristica non patologica della personalità umana. 13.000 like per la gigantesca Evelyn Hooker.

5°) Radio Globo, il conduttore in diretta: ‘due uomini che si baciano mi fanno ribrezzo’ – l’attacco di un’ascolatrice

Ascoltatrice all’attacco di Roberto Marchetti, conduttore del Morning Show di Radio Globo a cui due uomini che si baciano fanno ‘ribrezzo’. Quasi 15.000 ‘mi piace’ per la grande Nunzia.

4°) Pro Vita, 20.000 euro di multa per gli osceni manifesti omofobi abusivamente affissi a Roma

50 manifesti in tutta Roma, con 400 euro di multa a cartellone. Totale, 20.000 euro. Tanto è costata a Pro Vita l’oscena campagna omofoba. Con quasi 16.000 like.

3°) Picchiato perché gay e sanguinante risponde agli omofobi con un sorriso: la foto virale

Un 21enne scozzese malmenato perché gay, ha così reagito al suo aggressore. Con un liberatorio sorriso che è piaciuto ad oltre 21.000 persone.

2°) In Svizzera l’omofobia sarà punibile come il razzismo

Il testo è stato approvato con 98 voti a favore e 83 contrari dal Consiglio Nazionale. E ha rastrellato 28.000 ‘mi piace’.

1°) Luca Trapanese, il papà single e gay che ha adottato una bimba down rifiutata da sette famiglie
Quasi 54.000 ‘mi piace’, 1654 condivisioni e 142.074 persone raggiunte, per la meravigliosa storia del 40enne Luca, gay un tempo felicemente fidanzato che ha avuto in affido la piccola Alba, abbandonata in ospedale dalla mamma w rifiutata da sette famiglie in attesa di adozione, perché ha la sindrome di down.