250 atleti italiani per i Gay Games di Colonia

Al via il 31 luglio l’ottava edizione dei Gay Games di Colonia. La manifestazione, nata dall’ex-atleta olimpico Tom Waddell, racchiude 35 discipline in cui gareggiano atleti da tutto il mondo.

Tornano i Gay Games di Colonia, per l’ottavo anno consecutivo. La manifestazione nata dall’ex atleta olimpico Tom Waddel avrà inizio sabato 31 luglio e partirà con una cerimonia d’apertura. Ad inaugurare l’evento che si svolgerà per la prima volta in Germania, più precisamente a Colonia, sarà il capo del partito liberal-democratico tedesco Guido Westerwelle, lo stesso che lo scorso anno presentò pubblicamente il proprio compagno in occasione del compleanno di Angela Merkel.A cimentarsi nelle 35 discipline sarà presente anche l’Italia con ben 250 atleti. Questi vestiranno la maglia del coordinamento nazionale gay GSI e si confronteranno nel calcio, nella pallavolo, nell’atletica, nel nuoto, nel ciclismo e nel tennis.

Il GSI è coordinamento di associazioni sportive italiane  nel 2007 a Roma come riferimento per gli atleti LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) e con l’obiettivo di un unico punto di riferimento nazionale in grado di creare sinergie e collaborazioni tra le diverse realtà sportive nascenti presenti sul territorio e non. Il presidente, nella persona di Cristiano Fabris e tutte le singole realtà che compongono il GSI, si sono detti fiduciosi in un successo di pubblico dell’evento e auspicano un forziere pieno di medaglie italiane.

Ti suggeriamo anche  Stuart Milk in Italia: "Il Pride era nel cuore di mio zio Harvey: dobbiamo essere visibili"