A Bergamo un presepe gay

di

Un centro sociale di Bergamo allestisce un presepe con due Giuseppe accanto a Gesù bambino. Assente la Madonna. "La Sacra Famiglia esprime solidarietà a tutti coloro che hanno...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3598 0

Oltre a Gesù bambino, il bue e l’asinello ci sono anche due San Giuseppe. È l’iniziativa, destinata a far discutere, del più frequentato centro sociale bergamasco che ha allestito un presepe senza Maria ma col bambinello accudito da genitori gay, rappresentati da due statuette di Giuseppe. Nella visione del centro, il Pacì Paciana, la sacra famiglia è "una coppia di fatto" che ha "usufruito della fecondazione eterologa", è "contro l’omofobia" e, per questo, solidale con chi ha "subito discriminazioni per il suo orientamento sessuale".

"Nel nostro Paese – spiegano, in una nota i responsabili del centro – non esiste nessuna legislazione penale né contro la discriminazione né contro gli atti di violenza e di incitamento all’odio sulla base dell’orientamento sessuale". "Per questo la Sacra Famiglia, in collaborazione con il csa Pacì Paciana, presentandosi per il Natale 2011 come famiglia omogenitoriale – si prosegue -, esprime piena solidarietà a tutti coloro che hanno subito qualunque tipo di discriminazione a causa del proprio orientamento sessuale o delle proprie scelte di vita".

"Ciò non deve stupire – si conclude -: checché ne dicano porporati e politicanti la Sacra Famiglia, in quanto coppia di fatto che ha usufruito della fecondazione eterologa, è da sempre sensibile a queste tematiche".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...