A Daniele Silvestri premio diritti umani

di

La sua canzone "Il mio nemico" vince il Premio Amnesty Italia per la migliore canzone sui diritti umani del 2002.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1112 0

ROMA – Il mio nemico, di Daniele Silvestri, è la canzone vincitrice della I edizione del “Premio Amnesty Italia”, assegnato al migliore brano sui diritti umani del 2002.
La giuria del premio, composta da critici musicali e rappresentanti di Amnesty International e del concorso “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, ha scelto tra queste 10 nomination indicate dai soci attivi di Amnesty International: Anime candide, di Daniele Sepe; Avremmo mai potuto?, dei La Crus; Carretera austral, dei Modena City Ramblers; Genova chiama, de La casa del vento; Il mio nemico, di Daniele Silvestri; Mary, dei Gemelli Diversi; Mentre fuori piove, degli Africa Unite; Shalom, di Roberto Vecchioni; Sole silenzioso, dei Subsonica; Uguali e diversi, di Gianluca Grignani.
La canzone Il mio nemico è stata scelta per le parole evocative ed emozionanti che puntano l’attenzione su numerose tematiche connesse alle violazioni dei diritti umani.
Il Premio Amnesty Italia sarà consegnato domani sera, giovedì 3 luglio, a margine di un concerto organizzato dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato, cui lo stesso Silvestri prenderà parte insieme ad altri artisti.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...