A Daniele Silvestri premio diritti umani

La sua canzone “Il mio nemico” vince il Premio Amnesty Italia per la migliore canzone sui diritti umani del 2002.

ROMA – Il mio nemico, di Daniele Silvestri, è la canzone vincitrice della I edizione del “Premio Amnesty Italia”, assegnato al migliore brano sui diritti umani del 2002.

La giuria del premio, composta da critici musicali e rappresentanti di Amnesty International e del concorso “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, ha scelto tra queste 10 nomination indicate dai soci attivi di Amnesty International: Anime candide, di Daniele Sepe; Avremmo mai potuto?, dei La Crus; Carretera austral, dei Modena City Ramblers; Genova chiama, de La casa del vento; Il mio nemico, di Daniele Silvestri; Mary, dei Gemelli Diversi; Mentre fuori piove, degli Africa Unite; Shalom, di Roberto Vecchioni; Sole silenzioso, dei Subsonica; Uguali e diversi, di Gianluca Grignani.

La canzone Il mio nemico è stata scelta per le parole evocative ed emozionanti che puntano l’attenzione su numerose tematiche connesse alle violazioni dei diritti umani.

Il Premio Amnesty Italia sarà consegnato domani sera, giovedì 3 luglio, a margine di un concerto organizzato dalla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato, cui lo stesso Silvestri prenderà parte insieme ad altri artisti.

Ti suggeriamo anche  Ho 10 canzoni con cui fare sesso e posso ospitare