Aids: la Croce Rossa distribuisce profilattici

di

700mila kit informativi teorici e pratici, con condom allegato, per una campagna della Croce Rossa di prevenzione e sicurezza nell’ambito della sessualità.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
924 0

PADOVA – L’ABC della prevenzione contro le malattie sessualmente trasmissibili per la Croce Rossa è chiaro: A come “Abstinence”, astinenza (da comportamenti a rischio), B come “Be faithful”, ovvero sii fedele al tuo compagno/a, e C come “Condom”, il profilattico, che rimane strumento essenziale per cercare di arginare la diffusione di virus patogeni senza dover necessariamente rinunciare al sesso. La campagna della Croce Rossa italiana “Impara l’A.B.C.” è stata presentata recentemente a Padova e prevede la distribuzione di materiale informativo nella scuole, nelle scuole, nelle università, nelle discoteche, nelle feste di piazza e nelle strade. Sono già pronti per essere distribuiti settecentomila esemplari del kit informativo, che conterrà anche un preservativo. È stata inoltre organizzata una squadra di informatori denominati i “pionieri” e che si occuperanno di educazione alla sessualità e sulle malattie sessualmente trasmettibili, seguendo un programma riprende le linee guida del testo Action With Youth della FICR. Nelle scorse settimane i Pionieri hanno incontrato gli specialisti del centro HIV della Fondazione Villa Maraini e della Clinica Ginecologica dell’Università La Sapienza di Roma. Il gruppo base di formatori dovrà trasmettere le informazioni ai 140 istruttori in formazione entro il settembre 2006 e che dovrebbero poi operare su tutto il territorio nazionale.
Per pubblicizzare l’iniziativa sono stati preparati anche dei manifesti che raffigurano varie situazioni e che si rivolgono a tutti quanti, di qualsiasi orientamento sessuale. In uno si vedono le mani di un uomo e di una donna che si stringono e sull’indice alzato è infilato un preservativo. Dello stesso manifesto esistono anche versioni nelle quali a stringersi sono le mani di due uomini e un altro con le mani di due donna: «Vogliamo ricordare che esistono anche i preservativi femminili» ha spiegato Alessia Bertocchini, delegato della Croce Rossa per i “pionieri”, «sono come veline che si mettono sui genitali femminili per evitare possibili infezioni». La presidente del comitato padovano dell’associazione Anna Maria Colombani aggiunge: «È estremamente importante quello che faremo nei prossimi mesi perché in Italia, a differenza di quanto avviene in tutto il mondo, manca l´informazione su questi temi». Un’opportuna precisazione finale riguarda l’ABC su cui punta la campagna: la A sta per astinenza dai comportamenti a rischio e non per astinenza sessuale. A ognuno poi la libertà di scegliere quale lettera preferisce. (RT)

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   La parola all'esperto: HIV e AIDS, due mali ancora poco conosciuti
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...