AIDS, LA LOTTA E’ ANCORA PIU’ DURA

Non abbassare la guardia. Il pericolo è ancora grande. 1° dicembre, giornata mondiale per la prevenzione contro una malattia di cui si parla sempre meno. Ecco tutte le iniziative italiane.

Primo dicembre, appuntamento con l’Aids: niente di macabro, è un dovere morale. Bisogna scrollarsi di dosso paure, leggerezze e diffidenze, sostituirle con una vigile attenzione, una forte compartecipazione, e la voglia di tenersi informati sull’evolversi della malattia che è stata impropriamente chiamata la peste gay (non dimentichiamolo) e che ora invece sta contagiando tutti, indipendentemente dalle preferenze sessuali e dal colore della pelle. Non bisogna dimenticarsi nemmeno che anche l’Aids, come tutte le malattie contagiose, è figlia dell’ignoranza e della povertà. Colpisce di più in quei paesi dove la prevenzione è un optional, l’informazione un’utopia. Colpisce di più chi si informa di meno. La comunità gay è stata duramente colpita da questo virus: ed è quindi doveroso ricordarsi che il primo dicembre di ogni anno è la giornata mondiale contro l’AIDS, per non smettere di lottare, per una maggiore e più capillare informazione in un’Italia che politicamente ancora si trastulla con il proibizionismo cattolico, per non dimenticare che non si deve abbassare la guardia nei confronti di un nemico di cui si parla sempre meno e troppo poco, ma che è più pericoloso che mai. E per non dimenticarsi, ovviamente, lo strumento di prevenzione più immediato che è il preservativo.

Molte realtà associative e commerciali italiane, vicine alla comunità gay e lesbica, si impegnano nel prossimo fine settimana a tenere accesi i riflettori che paura, pregiudizio, ignoranza e disinformazione rischiano di abbassare, se non spegnere. Ecco un elenco delle iniziative che si svolgeranno, regione per regione: maggiori indicazioni le potete trovare nelle pagine regionali della guida, dove ogni settimana vengono segnalati gli appuntamenti che si svolgono in tutta Italia. Allo stesso modo, per facilitare la navigazione, cliccando sul nome di ogni regione che trovate in questo articolo, potete visualizzare direttamente la pagina relativa, dalla quale trarre tutte le indicazioni del caso.

LOMBARDIA

Una delle regioni con il maggior numero di iniziative: si comincia il 29 novembre al ^STribeca Lounge di Milano^s, con una serata dal titolo "Aspettando il 1° dicembre: "I care… do you?"". Questo è lo slogan scelto dall’Unaids – agenzia dell’ONU che si occupa di Aids – per la Giornata Mondiale contro l’Aids del 2001 nell’ambito di una campagna di 2 anni destinata a focalizzare l’attenzione sul ruolo degli uomini nell’epidemia da HIV; e come tutti gli anni, la Lila in occasione del 1 dicembre accoglie l’invito di Unaids a diffondere i contenuti dell’attuale campagna di informazione e sensibilizzazione. Nella serata di giovedì 29 novembre al Tribeca Lounge, a favore della Lila, buona tavola, musica e divertimento si incontreranno per un obiettivo comune: celebrare la Giornata e sensibilizzare il pubblico al problema HIV, veicolando messaggi informativi e di prevenzione rispetto all’AIDS, e, naturalmente, raccogliere fondi per finanziare i progetti di ricerca, prevenzione e formazione. Infatti, i proventi della serata saranno devoluti alla Lila. "I care… do you" si terrà al Tribeca Lounge di Milano (Via Conca del Naviglio, 22) e comincerà con una cena dalle 20.30 alle 22.30, proseguendo poi con un dopocena di musica, animato da dj’s di fama internazionale. I biglietti per la cena costano £ 80.000 e per il dopocena l’ingresso, con consumazione obbligatoria, è di £ 20.000. Per prenotazioni: infoline 0289420346.

La sera di sabato 1° dicembre saranno molte le iniziative previste: al ^SBloom di Mezzago^s la Lila avrà dei partners d’eccezione, gli Shandon. Una delle band ska-core più amate in Italia dedica un’intera serata alla Lila con un concerto che ripercorrerà tutti i loro successi da "Questo si chiama ska" a "Janet". Insieme agli Shadon saliranno sul palco, in questa serata dedicata ai giovani e alla prevenzione sull’HIV, altre band italiane del panorama della musica indipendente. Apriranno la serata i Friday Star, gruppo punk emergente di Roma seguiti dai H-strycnine, band crossover metal. Parte dal Bloom di Mezzago il 1 dicembre il nuovo progetto musicale di Paolo Benvegnù, cantante degli ormai scissi Scisma, che accompagnerà, in un set acustico e rock, gli 8-p-notri, gruppo di nuovissima produzione. Gli Shandon chiuderanno la serata con un concerto di circa 40 minuti. All’interno del Bloom, Lila sarà presente con una mostra fotografica sui temi dell’Aids e con corner informativi dove i suoi operatori saranno a disposizione per ogni tipo di informazione e chiarimento. I biglietti sono in vendita presso il Bloom (Via Curiel, 39 – Mezzago – Milano) a £10.000 e l’intero incasso della serata verrà devoluto alla Lila.

Ti suggeriamo anche  Elton John ai propri fan: 'donate per la ricerca contro l'AIDS/HIV, iniziate il 2019 salvando una vita'

Sempre sabato 1° dicembre, al ^STrap di Brescia^s, ci sarà il "Bears Party" organizzato dal gruppo di "orsi" milanesi Magnum Party club e dall’associazione "Essere Bambino" in occasione della settimana per la lotta all’AIDS. La serata prevede una mostra di costumi del Carnevale di Venezia alla Mad Gallery. Il Trap è in via Castagna, 55 – Brescia. Per maggiori informazioni 3284523880.

Al ^STeatro Villoresi di Monza^s alle ore 21,00, sabato 1° dicembre, il Gruppo Teatro Animanera presenta lo spettacolo "Ho camminato dietro il cielo", dedicato a Derek Jarman. Con questa elaborazione teatrale dai diari e i film di Jarman, la compagnia vuole offrire il proprio contributo per celebrare la giornata del 1° dicembre.

PIEMONTE

Importante iniziativa a Torino per sabato 1° dicembre: al Centro Congressi Lingotto si svolgerà "^SDalla "Peste" Al Silenzio?^s", conferenza Internazionale sulle Strategie di Comunicazione per la Prevenzione dell’Aids tra i Giovani dell’Europa Mediterranea, organizzata da PAMMY (Prevention of Aids through Mass media among Mediterranean Youth), progetto di ricerca che ha raccolto i materiali cartacei, audiovisivi e multimediali sull’Aids rivolti ai giovani tra gli 11 e i 20 anni, per operare un confronto e verificare se esistono linee di tendenza comuni o specificità operative in materia di prevenzione dell’Aids presso l’utenza giovanile nei paesi considerati. Dell’iniziativa parleremo più diffusamente in seguito.

VENETO

Ti suggeriamo anche  L'infettivologa Silvia Nozza: "I giovani non hanno memoria storica"

L’Arcigay Arcilesbica Pianeta Urano di Verona sarà presente con un proprio banchetto di informazione e prevenzione HIV, venerdì 30 novembre al Romeo’s Club di Verona (Zona Porta Vescovo). Per info: 349 1766262 oppure visitate il sito www.urano.it.

Anche il circolo "Tralaltro" Arcigay di Padova organizza una "Settimana di prevenzione e informazione sui rischi del contagio da virus AIDS": dal 26 novembre al 2 dicembre presso le saune Metro di Mestre (via Capuccina 82) e Padova (via Turazza 19) verranno allestiti dei banchetti informativi con distribuzione gratuita di preservativi e lubrificanti.

Il 1° dicembre, invece, presso il ^Sdisco club Flexo^s (via Tommaseo 96/b, Padova), l’Arcigay Padova organizzerà uno spettacolo di cabaret e animazione destinato alla raccolta di fondi a favore della ricerca per la cura dell’AIDS. All’interno della stessa serata i volontari del circolo Arcigay distribuiranno kit di preservativi e lubrificante, materiale informativo e saranno impegnati a sensibilizzare la clientela sui rischi del contagio da AIDS e delle malattie sessualmente trasmesse.

Il circolo veronese Pink, sarà sabato 1° dicembre in ^Spiazza Bra a Verona^s, con un banchetto di prevenzione e informazione HIV, dalle ore 16.00 alle 19.30; verranno distribuiti preservativi a tutti i passanti, e saranno disponibili vari materiali di informazione HIV. La distribuzione proseguirà la stessa sera, presso la discoteca Sky-Light (ex B-Side) uscita A4 Soave, dalle ore 23.00. Infine, sempre il 1° dicembre alle 23.00, presso la sede del circolo, ci sarà la proiezione del film "Philadelphia".

FRIULI VENEZIA GIULIA

Alfredo Follia organizza, per sabato 1° dicembre, presso la ^Sdiscoteca Nephentes di Duino (TS)^s per il quinto anno consecutivo, l’evento denominato "il Grido", finalizzato alla raccolta fondi destinati a persone affette dal virus hiv con difficoltà economiche. Per questo, l’incasso della serata sarà devoluto direttamente ad alcuni soggetti bisognosi ricoverati negli ospedali della zona.

EMILIA ROMAGNA

A Bologna già da qualche anno in occasione della giornata del 1° dicembre, si svolge il concorso internazionale per video, film e animazioni web contro l’AIDS ^SBlowing Bubbles^s, Immagini in Movimento Contro l’AIDS promosso da Il Cassero (associazione culturale gay e lesbica di Bologna). Blowing Bubbles 2001 seleziona il meglio della produzione indipendente internazionale di spot e cortometraggi, film o video e da quest’anno anche tutti i formati disponibili per animazione e web streaming, che affrontano i molteplici aspetti relativi alle realtà di HIV e AIDS, quali ad esempio la prevenzione, le nuove terapie e la solidarietà con le persone sieropositive. Di questa iniziativa parleremo più diffusamente nei prossimi giorni. Il Cassero è c/o Porta Saragozza, 2 – Bologna. Infoline 0516446902.

Ti suggeriamo anche  Regno Unito, 'zero trasmissioni di HIV entro il 2030'

Sabato 1 dicembre, al Club Classic di Rimini, Gay Media Against AIDS, una notte dedicata al divertimento ma anche alla prevenzione ed alla cura dell’AIDS. Il popolo di Internet scende dalla rete ballando in pista, sulle note della solidarietà. Il Classic è in via Feleto 11 – Rimini. Ingresso Riservato ai soci Uno Club.

Mercoledì 28 dicembre, invece, serata dell’ArciGay Arcilesbica ^SCircomassimo di Ferrara^s contro l’AIDS, presso il circolo Renfe. "Be different… party", serata di festa e raccolta fondi per la lotta all’aids, avrà come ospiti Alessandro Fullin e Clelia Sedda in un live show. Il Circolo Renfe è in Via Bologna 217 a Ferrara. Infoliste: [email protected]

TOSCANA

A Pisa, l’^SArcigay ^sha organizzato per il 1° dicembre una distribuzione gratuita di preservativi e volantini informativi davanti a tutte le scuole medie e superiori della città. Info:050-555618.

LAZIO

Sabato 1° dicembre al ^Steatro Ambra Jovinelli di Roma^s, spettacolo teatrale "Gli zeri del mondo" per combattere l’AIDS. I testi della serata sono tratti da testimonianze di esperienze di vita con l’AIDS. Tutto al fine di ribadire che il modo migliore per combattere l’aids è l’informazione e parlarne. Saranno raccolti fondi per il progetto del Comune di Roma impegnato nella ricostruzione della scuola Yimbaya in Guinea Conacry. Infoline: 3337412150.

Venerdì 30 novembre, invece, serata "Stop Aids" in occasione della giornata mondiale per la lotta contro l’aids alla ^Sdiscoteca Muccassassina di Roma^s. Ingresso £.25.000 + drink. Infoline 065413985.

Infine, nella Gay Street di ^Svia Pietro Verri a Roma^s, il 1° dicembre verranno distribuiti tutta la notte profilattici gratuiti e ci saranno interventi politici, spettacoli, dj e musica.

PUGLIA

A Bari, l’associazione di volontariato ^SCama Lila Bari^s, ha già cominciato il 23 novembre la sua campagna di prevenzione AIDS 2001/02, volta a creare un’attenzione particolare e di grande importanza sul ruolo della prevenzione e su quello degli uomini. In quella giornata si è svolto infatti il dibattito "Aids: diritti e qualita’ di vita", cui hanno partecipato, tra gli altri, Vittorio Agnoletto, presidente uscente della Lila, e Carla Corso del Comitato dei diritti civili delle prostitute. Il 1° dicembre, Cama Lila Bari, inoltre, celebrerà, come ogni anno la Giornata Mondiale di Lotta all’Aids, per parlare con i giovani sui temi della prevenzione in un contesto abituale, quotidiano, familiare. Quindi, ancora una volta, Cama Lila sceglierà i luoghi di aggregazione giovanile, per parlare di HIV e per fare informazione.