Al DGP si premiano le migliori tesi di laurea gay

5° edizione per il Premio “Maria Baiocchi”, unico concorso a livello universitario dedicato a riconoscere e premiare le migliori tesi nel campo degli studi glbtiq. Serata di premiazione al DGP!

Roma – Arrivato alla 5° edizione, (qui i premiati della IV°) il Premio Maria Baiocchi questa sera celebrerà i propri vincitori al Dì Gai Project, in via Costantino 82 , a partire dalle ore 18:30.

Unico concorso in Italia che sottolinea l’importanza degli studi di genere, il "Maria Baiocchi", intitolato all’attivista lesbica scomparsa nel 2002, è l’unico concorso a livello universitario dedicato a riconoscere e premiare le migliori tesi nel campo degli studi gay, lesbici, bisessuali, transessuali, queer.

In palio due premi di 1000 euro per le migliori tesi di primo e secondo livello e una borsa di studio di 2500 euro per la migliore tesi di master o di dottorato di ricerca. Quest’anno i vincitori sono stati selezionati su un totale di 30 tesi in concorso.

Durante la premiazione interverranno il giornalista Giovanni Anversa,  il Presidente del Dì Gay Project Imma Battaglia  e gli studenti universitari vincitori del concorso, che come tutte le edizioni è stato coordinato dal prof. Domenico Rizzo.

Questi i vincitori della V° edizione del Premio:

Dany Carnassale (vincitore tesi di I livello, tesi triennale) Titolo tesi: “Identità invisibili. Uno sguardo antropologico sull’omosessualità in Africa”

Facoltà: Lettere e filosofia – Università di Bologna “Alma Mater Studiorum”

Gisella Valdemarin e Valentina Mezzetti (vincitrici ex aequo per le tesi di II livello, tesi specialistica, magistrale o vecchio ordinamento) Gisella Valdemarin Titolo tesi: “L’inserimento lavorativo delle persone transessuali: un progetto di formazione”

Ti suggeriamo anche  Londra, femminista contro i trans: "C'è una lobby degli ex maschi"

Facoltà: Psicologia – Università degli Studi di Torino

Valentina Mezzetti Titolo tesi: “Camp: genealogia di uno stile nel musical americano”

Facoltà: Lettere e Filosofia – Università degli Studi “Roma Tre”

Alexander Schuster e Beatrice Gusmano (vincitori ex aequo tesi di master o dottorato di ricerca)

Alexander Schuster Titolo tesi: “Gender-Neutral Family Institutions – From Metalaw to Law”

Dottorato: Libertà fondamentali nel diritto costituzionale amministrativo comparato e europeo/Droit, mention droit public

Dipartimento: Scienze Giuridiche/Faculté de droit, de science politiques et de la gestion – Università degli Studi di Trento/Université Strasbourg III Robert Schuman

Beatrice Ilaria Francesca Gusmano Titolo tesi: “L’identità sessuale al lavoro. Un’analisi narrativa delle traiettorie di coming out sul luogo di lavoro”

Dottorato: Information Systems and Organizations – Dipartimento: Sociologia e ricerca sociale – Università degli Studi di Trento.

di Federico Boni