Al via negli USA gli Oscar degli spot gay friendly

Glaad Media Awards: gli Usa premiano le migliori campagne pubblicitarie gay friendly. In pole position anche il brand italiano Bertolli.

Per il secondo anno la GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) premierà a New York il 29 Settembre le migliori campagne adv gay friendly degli Stati Uniti. Il GLAAD Media Awards nasce dalla convinzione che "le immagini e le parole" contano, ossia dall’assunto che la comunicazione commerciale ha un ruolo determinante nella costruzione dell’immaginario collettivo e nella determinazione di orientamenti e stili di vita, quindi nell’accettazione di essi. A parte vi è ovviamente anche una sezione dedicata esplicitamente a campagne sociali.

La manifestazione ha partner di tutto rispetto, i network di centrali media globali Publicis e Omnicom Group, a testimoniarne l’importanza. Ma a conferire ancora più credibilità al premio e in generale all’appeal del target LGBT negli USA è la qualità dei brand che hanno prodotto nell’ultimo anno creatività gay friendly.

Tra brand notissimi, tradizionalmente presenti nella comunicazione gay friendly che si confermano anche nel 2010 (ad es. Absolut Vodka) attente a questo segmento e new entry (Givenchy, Levi’s ecc ecc) curiosità desta la presenza del brand Bertolli, da noi conosciuto prevalentemente per l’olio, che negli USA distribuisce surgelati e cibi pronti che si posizionano come sinonimo di “Italianità” (il brand è peraltro nel portfolio Unilever).

Dal punto di vista semantico il contrasto tra “italianità tradizionale” e “coppia gay” è piuttosto insolito, e per noi forse spiazzante.

Tutte le nomination nel sito della GLAAD.