Alemanno: “Io omofobo? Ma se Lady Gaga mi ha ringraziato!”

Dopo l’ennesima presa di posizione contro il matrimonio gay, l’ex sindaco di Roma tenta di evitare l’etichetta di omofobo tirando in ballo Lady Gaga e il concerto dell’Europride del 2011.

Unioni civili e Pacs? Secondo l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno non aggiungono niente e sarebbe meglio “ragionare di diritti individuali” per non correre il rischio di creare “matrimoni di serie B che non servono a niente”.

Intervistato dai Klaus Davi per KlausCondicio, l’ex primo cittadino della Capitale ribadisce la sua posizione sui matrimoni gay. “Tutto quello che rappresenta la sfera dei diritti individuali e delle affettività devono essere garantiti – precisa -, ma il matrimonio e la famiglia sono un’altra cosa”.

“Ad esempio – spiega Alemanno -, uno dei sentimenti più importanti della persona è l’’amicizia ma non è che esiste una legge che riconosca l’’amicizia eppure è importante, allora credo che il matrimonio e la famiglia siano una cosa diversa da quella che può essere una unione omosessuale, è inutile confondere due cose eterogenee. Sia per una coppia eterosessuale che per un motivo o per un altro non si sposa – conclude Alemanno- sia per una coppia omosessuale”.

Ma non ci sta a passare per omofobo, Alemanno, e nel vano tentativo di recuperare terreno, a sua discolpa tira in ballo nientemeno che Lady Gaga e l’Europride. “Io contro i gay – aggiunge-? Ricordo a tutti che un’ icona internazionale del mondo lgbt come Lady Gaga mi ha ringraziato pubblicamente per aver garantito l’’Europride di Roma, aver dato una mano ad organizzare il concerto ecc, ma penso che innanzi tutto bisogna difendere la libertà di tutte le persone indistintamente, ogni forma di intolleranza, discriminazione è inaccettabile”. Tranne quando si parla di matrimonio, sia chiaro.

Ti suggeriamo anche  Adam Rippon vittima di omofobia a New York

Il discorso di Lady Gaga sul palco dell’Europride a Roma nel 2011 (al minuto 7.14 il pubblico fischia Gianni Alemanno)