Allarme #gender: anche la Disney per Halloween rimuove le differenze

di

Ecco una notizia che farà rabbrividire i fanatici italiani della "teoria gender"

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
7580 0

Sta arrivando tempo di Halloween e le aziende produttrici di costumi di tutto il mondo si stanno dando da fare per presentare e vendere il loro catalogo di vestiti. Tra queste, il “gigante” dell’intrattenimento Disney, col suo Disney Store dedicato proprio alla grande festa di fine ottobre. In barba ai fanatici nostrani della “teoria gender“, che colgono ogni occasione – distorcendo la realtà – per terrorizzare le mamme italiane su una presunta educazione scolastica che annullerebbe ogni differenza di genere ed insegna agli alunni come masturbarsi e fare sesso, ecco la versione “politically correct” della sezione di Halloween del Disney Store dove, per la prima volta, i costumi sono divisi solo in base all’età – per ragazzi e bambini – e non più in base al genere.

La decisione dell’azienda americana era in realtà attesa da tempo. Specie per quanto riguarda i costumi di Halloween e carnevale, ma anche in realtà per gli altri vestiti, molti facevano pressione affinché la Disney evitasse di catalogare in modo secondo molti eccessivamente forzato i vestiti per genere, distinguendo addirittura con il colore rosa od azzurro le sezioni dei negozi dedicati rispettivamente a femminucce e maschietti e mettendo ovviamente in forte imbarazzo bambini e relativi genitori che su questo non avevano le idee molto chiare. A questa decisione presa online sul Disney Store, ne seguirà una che riguarda il colore delle zone dei negozi reali dedicati ai vestiti, dove l’azzurro ed il rosa scompariranno per essere sostituiti da un neutro marrone chiaro.

Sarah Garret, dell’associazione delle famiglie omogenitoriali inglese Out Withthe Family, ha commentato positivamente la decisione della Disney: “E’ sorprendente – ha dichiarato l’attivista – che ci siano ancora giocattoli e vestiti specifici di genere. Questa decisione della Disney era attesa da tempo, per superare l’incredibile pressione che da sempre c’è sui ragazzi e sulle ragazze. Sarebbe molto positivo se lo stigma nei confronti di ragazze che vestono vestiti da ragazzi e viceversa fosse eliminato, e se gli stereotipi di genere non fossero più rinforzati in questo modo”.

Ed i fanatici nostrani della “teoria gender” cosa ne penseranno? Inizieranno a boicottare la Disney?

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...