Amsterdam: parte processo a killer di Fortuyn

Quasi un anno dopo l’assassinio di Pim Fortuyn, il leader dichiaratamente gay della destra populista olandese, il tribunale di Amsterdam si appresta a giudicare Volkert van der Graaf.

AMSTERDAM – Quasi un anno dopo l’assassinio di Pim Fortuyn, il leader dichiaratamente gay della destra populista olandese, il tribunale di Amsterdam si appresta a giudicare Volkert van der Graaf, l’attivista animalista che ha confessato il crimine, in un attesissimo processo, che inizierà giovedì 27 marzo.

Van der Graaf, 33 anni, padre di una bambina, ha riconosciuto lo scorso novembre di aver “intenzionalmente assassinato Pim Fortuyn e di aver premeditato il fatto”. Il carismatico leader era stato abbattuto con cinque colpi tirati a freddo mentre usciva da uno studio radiofonico a Hilversum, a nord di Amsterdam, il 6 aprile del 2002, a dieci giorni dalle elezioni legislative alle quali il suo partito veniva dato per vittorioso.

Volkert van der Graaf rischia l’ergastolo; sarà difeso da un collegio di avvocati specializzati in processi politici, e che avevano già affrontato la difesa del leader kurdo Ocalan.

LEGGI ANCHE

Storie

Svezia respinge la richiesta di asilo politico: il caso di...

Il suo caso ha dimostrato la vicinanza di molti utenti tramite i social, e di qualche politico.

di Alessandro Bovo | 19 Febbraio 2019

Storie

Omofobia: Radio Globo denuncia Fabrizio Marrazzo per diffamazione

"I nostri speaker sono liberi di esprimere ciò che sentono, senza alcun condizionamento editoriale", spiegano nel comunicato dalla Radio.

di Alessandro Bovo | 19 Febbraio 2019

Storie

La Svezia non concede l’asilo, 19enne gay rischia di tornare...

Se in Iran scoprissero che è gay e cristiano, Mehdi potrebbe essere condannato a morte.

di Alessandro Bovo | 18 Febbraio 2019