Anche Starbucks appoggia i matrimoni gay a Washington

di

La nota azienda ha aderito all'elenco di grossi nomi dell'industria americana che chiedono al parlamento di Washington di approvare la legge: "Non vediamo l'ora che il testo diventi...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1547 0

Con una lettera firmata dalla vice presidente esecutiva Kalen Holmes, Starbucks è entrata nell’elenco delle aziende statunitensi che supportano la legalizzazione dei matrimoni gay nello stato di Washington. Al momento, sembra che la quota di voti necessari all’approvazione della legge sia stata raggiunta e il governatore Chris Gregoire ha già fatto sapere che firmerà il testo. Ecco cosa scrive Starbucks nella sua lettera:

"Starbucks è orgogliosa di unirsi alle altre aziende supportano la legge in discussione nello Stato di Washington per riconoscere l’uguaglianza delle coppie dello stesso sesso. Starbucks è impegnata nella costruzione di una cultura aziendale che metta al primo posto i propri partner e la nostra azienda ha una lunga tradzione di sostegno a politiche che promuovano l’uguaglianza e l’inclusione. (…) Siamo orgogliosi della nostra Pride Alliance Partner Network, che è uno dei più grandi gruppi di impiegati lgbt degli Usa, che aiuta nella crescita della consapevolezza sui problemi della comunità in cui viviamo e lavoriamo."

"Per oltre 20 anni – continua la lettera – il nostro pogramma di benefici ha offerto benefici anche ai conviventi dei nostri dipendenti, inclusa l’assistenza medica, dentistica, oculistica e le cure di medicina alternativa".

"Non vediamo l’ora – conclude – che il testo sia trasformato in legge".

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...