Ancora bullismo omofobo: due adolescenti suicidi negli Usa

Frequentavano lo stesso liceo in Ohio e, stando ai loro compagni, erano entrambi vittime di bullismo. Matthew, 14 anni, e Anthony, 17, si sono tolti la vita a Brunswick.

Non si arresta l’ondata di suicidi di adolescenti vittime di bullismo omofobo negli Usa. Questa volta, a togliersi la vita sono stati ben due ragazzi che abitavano nella stessa cittadina dell’Ohio, Brunswick. I due suicidi sembrano essere avvenuti in circostanze diverse.

Il quattordicenne Matthew Homyk si è tolto la vita venerdì notte, ma mentre la polizia non ha voluto diffondere alcun particolare sull’accaduto, gli amici di Matthew sostengono che il ragazzo è stato più volte preso di mira dai bulli sia a scuola che sul social network Ask.

Non è chiaro se Matthew fosse davvero gay, ma un suo amico ha dichiarato alla stampa che i bulli lo attaccavano “perché era diverso”.

La seconda vittima, il diciassettenne Anthony Gill, è stato trovato impiccato nel giardino di casa sua lunedì mattina e anche in questo caso i sospetti sulle ragioni del gesto si concentrano su episodi di bullismo.

Entrambi i ragazzi frequentavano la scuola superiore di Brunswick e, come riporta il blog Queerty, la scuola ha fatto sapere di avere messo a disposizione degli studenti un servizio di counseling dopo l’accaduto.

Secondo la stampa locale, però, questo non è sembrato sufficiente agli studenti della scuola che hanno chiesto che venga realizzato un vero e proprio programma anti-bullismo. A quanto pare, però, i dirigenti della scuola hanno rifiutato la proposta degli studenti i quali hanno dichiarato sciopero recandosi a scuola senza frequentare le lezioni con l’obiettivo di costringere la scuola ad accettare la loro richiesta.

Ti suggeriamo anche  Vladimir Luxuria faccia a faccia con il suo hater alle Iene