Aperto primo telefono amico per i gay cinesi

di

La prima Help Line gratuita per gay, lesbiche e trans che vivono in Cina è stata aperta a Hong Kong. Fornisce supporto psicologico, legale e informazioni su Hiv/Aids.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1695 0

HONG KONG – Il primo telefono amico rivolto alla popolazione omosessuale cinese è stato aperto e funziona grazie ad un gruppo di 13 volontari. Il servizio fornisce agli interessati assistenza in ambito psicologico, legale e in riguardo al tema Hiv/Aids grazie ad operatori che hanno conoscenze in legge, psicologia e medicina. L’apertura della help line è stata resa possibile grazie alla sponsorizzazione di una fondazione, la Chi Heng Foundation, che ha sede a Hong Kong e che già in passato aveva contribuito all’attivazione di due linee telefoniche locali con simili finalità. La differenza questa volta è che si tratta di un numero verde che potrà essere chiamato da tutta la Cina a costo zero e che funzionerà sette giorni su sette.
Gli organizzatori assicurano che massima privacy sarà garantita a coloro che telefoneranno e che non saranno raccolte informazioni personali dei chiamanti. Questo appare essere un punto di particolare importanza vista la situazione del rispetto dei diritti umani nella Repubblica Popolare Cinese. Nel paese la sodomia non è più un reato dal 1997 e l’omosessualità è stata rimossa dalla lista delle malattie mentali nel 2001. C’è quindi un po’ più di tolleranza nei confronti dell’omosessualità rispetto che in passato tuttavia la popolazione LGBT continua ad essere sottoposta a discriminazioni e il rendere pubblico il proprio orientamento sessuale, quando non eterosessuale, è fortemente scoraggiato. Solo pochi mesi fa, nel dicembre 2005, la polizia cinese ha costretto gli organizzatori del primo festival culturale gay a cancellare l’ evento. (RT)

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...