Apple e gli U2 accusati di “propaganda gay” in Russia

di

Un senatore denuncia l'azienda e la band e intende chiedere un risarcimento morale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3434 0

Finiscono sotto inchiesta in Russia Apple e gli U2 con l’accusa di avere infranto la legge contro la “propaganda omosessuale”. A denunciare l’azienda di Cupertino, il cui CEO Tim Cook sarebbe colpevole di avere fatto coming out, e la band irlandese, che proprio tramite iTunes ha distribuito il suo ultimo album rappresentato dall’immagine di un uomo che abbraccia un altro uomo a torso nudo, è stato il senatore Aleksandr Starovoitov, membro del partito nazionalista russo. Starovoitov ha chiesto al Procuratore generale di verificare se ci siano gli estremi della violazione della contestata legge.

Secondo il senatore, Apple diffonderebbe contenuti di “propaganda omosessuale” tramite i suoi dispositivi e i suoi servizi. Uno tra tutti sarebbe proprio l’album degli U2 Songs of Innocence che gli utenti iOS si sono ritrovati gratuitamente con l’ultimo aggiornamenti di iTunes.

Come riporta La Stampa, il senatore ha dichiarato che, da utente iPhone e padre di un figlio minorenne, intende chiedere un risarcimento morale ad Apple nel caso in cui il Procuratore Generale dovesse dare ragione alla sua denuncia.

Leggi   Caravaggio, il luogo dell'incontro tra cattolici gay verrà trasferito
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...