Apre a San Francisco il primo museo gay americano

Un luogo per raccogliere testimonianze, cimeli, scritti, immagini e tutto quello che può raccontare la storia del movimento lgbt, comprese le discriminazioni e le conquiste. Il museo si trova a Castro

Situato al 4127 della diciotesima strada, ha aperto i battenti nel quartiere Castro, a San Francisco, il primo museo americano della storia gay.

Con 150 metri quadri di spazio espositivo, il museo punta a raccontare il lungo e non ancora concluso, cammino della comunità gay verso la conquista dei diritti e la lotta contro le discriminazioni. 

Il museo avrà due esposizioni di apertura. Quella nella galleria principale che si intitola "Our Vast Queer Past: Celebrating GLBT History", curata dagli storici Gerard Koskovich, Don Romesburg e Amy Sueyoshi, e la seconda nella galleria frontale, che si intitola "Great Collections of the GLBT Historical Society Archives".

Tra i cimeli esposti, gliocchiali da sole rosa di Havey Milk.

Ti suggeriamo anche  Stati Uniti, politico anti-gay sorpreso a fare sesso con un uomo