Arcigay al voto: i risultati di Cosenza, Agrigento e Pisa

Arcigay, proseguono le votazioni dei circoli locali in vista del congresso di febbraio. La mozione di Paolo Patanè è a 23 delegati, 9 la mozione di Enrico Fusco. Ma la partecipazione rimane scarsa.

Continua la procedura di votazione che porterà i delegati locali ad eleggere il nuovo presidente di Arcigay al congresso di febbraio. Fra lunedì e martedì è toccato agli iscritti di Catania, Agrigento e Pisa esprimere la loro preferenza fra le due mozioni in ballo. "Essere Futuro", la mozione di Paolo Patanè, ha ottenuto 8 delegati in più ottenendo l’unanimità dei voti espressi in tutte e tre i circoli locali.

In generale rimane bassa la partecipazione al voto anche se Federico Cerminara, presidente del circolo di Cosenza tiene a precisare come 43 votanti sia un numero rilevante per «una terra di frontiera come la nostra, dove facciamo attivismo con non poche difficoltà». A Pisa i 18 votanti hanno eletto 3 delegati mentre a Agrigento 15 votanti hanno espresso preferenze per due delegati.

In settimana proseguiranno le votazioni nei circoli di Reggio Calabria, Rovigo, Verbania e Brescia.