Arcigay, sì allo Ius Soli: “Unanime sostegno al ddl”

“Respingiamo gli allarmi di chi usa misoginia e omofobia per far leva sulla paura dello straniero”.

Il Consiglio Nazionale di Arcigay, riunitosi a Bologna il 25 e 26 novembre, ha votato all’unanimità un ordine del giorno a sostegno della legge sullo Ius Soli che nei prossimi giorni sarà posta al voto in Senato.

Sosteniamo completamente e con convinzione questa iniziativaspiega il presidente Flavio Romaniche corrisponde in pieno al nostro impegno e alla nostra battaglia per i diritti civili. Non solo: respingiamo con forza gli allarmi di chi usa temi come omofobia e misoginia per far leva sulla paura dello straniero e affossare questa iniziativa di legge”.

Poi l’affondo: “Incredibile che la politica italiana, una delle più misogine e omofobe d’Europa, usi questi argomenti. Si tratta di grave mistificazione, che tenta di associare femminicidi e omofobia alla popolazione immigrata mentre i dati raccontano clamorosamente tutt’altro. Arcigay è assolutamente a favore del riconoscimento della cittadinanza italiana a tutti i ragazzi e le ragazze che sono nati nel nostro Paese, che qui hanno frequentato le scuole, parlano la nostra lingua e sono di fatto parte integrante e preziosa del nostro tessuto sociale”.

Conclude Romani:In questo senso annunciamo sin d’ora il nostro sostegno a tutte le iniziative e le mobilitazioni che in ogni parte d’Italia alzeranno la voce per chiedere il riconoscimento di questo diritto fondamentale”.

Ti suggeriamo anche  "L'omosessualità è una malattia", il centrodestra candida Giancarlo Cerrelli: Associazioni LGBT in rivolta

51 commenti su “Arcigay, sì allo Ius Soli: “Unanime sostegno al ddl”

    1. Mi permetto di ricordarLe il testo dello Ius soli, in che misura la cultura di provenienza di questi bambini dovrebbere essere una minaccia per noi gay?
      Inclusione e tolleranza sono insiti nella maggior parte di noi, proprio perchè viviamo quotidianamente omofobia e razzismi.
      Saranno cittadini italiani per nascita i figli, nati nel territorio della Repubblica, di genitori stranieri se almeno uno di loro ha un permesso di soggiorno Ue di lungo periodo e risulta residente legalmente in Italia da almeno 5 anni.

      Possono ottenere la cittadinanza anche i minori stranieri nati in Italia, o entrati entro il 12esimo anno, che abbiano “frequentato regolarmente per almeno cinque anni uno
      o più cicli presso istituti scolastici del sistema nazionale, o percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali”. La frequenza del corso di istruzione primaria deve essere coronata dalla promozione. I ragazzi arrivati in Italia tra i 12 e i 18 anni, poi, potranno avere la
      cittadinanza dopo aver risieduto legalmente in Italia per almeno sei anni e aver frequentato “un ciclo scolastico, con il conseguimento del titolo conclusivo”.

      1. “in che misura la cultura di provenienza di questi bambini dovrebbere essere una minaccia per noi gay?”

        Scusa, ma è una domanda sarcastica o sei serio? Il fatto che gran parte di questi immigrati provengano da paesi islamici non sarebbe un problema? E come si impone l’integrazione a persone che non vogliono integrarsi? In altri paesi sono alle seconde e terze generazioni e sono proprio queste le più inclini a radicalizzarsi, nonostante abbiano usufruito appieno della possibilità di integrarsi.

        1. Non era una domanda sarcastica (ahimè) stiamo parlando di BAMBINI, che a maggior ragione cresceranno in Europa, e inevitabimente respireranno la nostra cultura. Ovvio il rischio c’è, vedi italiani che hanno esportato la mafia in America, ma non mi sembra un buon motivo per chiuderci a riccio.
          PS: comunque non è obbligatorio acquisire la cittadinanza di un altro paese, ci deve essere la volontà di farlo.

          1. I bambini non restano amorevoli e indifese creature, diventano adulti e da adulti saranno innanzitutto lo specchio della cultura imposta dai loro genitori. Come ho già spiegato in paesi come la Gran Bretagna e la Francia, sono alle seconde e terze generazioni, ma i giovani figli di musulmani sono spesso integralisti più dei genitori stessi! Non esiste integrazione se non c’è l’interesse di integrarsi.
            In quanto al paragone con la mafia, mi spiace, ma non ha senso, dato che la mafia è un’organizzazione criminale e non un’ideologia religiosa.

          2. La mafia era solo un esempio per dire che ovviamente ogni migrazione porta con sè delle conseguenze, ma non è negando l’integrazione di questi bambini che impediremo gli integralismi.

            Mia nipote lavora in un centro di accoglienza a Roma ed è avvocato per Save the Children, spiega ai minori i diritti (pochi)che hanno in Italia. In questi anni lei ha avuto a che fare con tantissime donne e bambini, una gran parte di passaggio in Italia, e una maggior parte di origine Eritrea, dove c’è la guerra civile e sarebbero condannate a morte certa.

            La mia visione puo essere di parte (come quella di chiunque) ma non vedo cosa possa venircene di buono a far finta che questi minori non ci interessino e vadano tenuti separati dalla società, considerati invasori e cittadini di serie B, io confido invece nell’educazione e nell’integrazione.

            E comunque mi fa sorridere che, se è vero che tutti questi minori saranno dei fervidi sostenitori della famiglia tradizionale, sia proprio la destra a osteggiare lo ius soli.

            Probabilmente solo la storia dirà chi ha ragione, mi rendo conto che non esiste un punto di incontro tra persone che la pensano così diametralmente come noi… vedremo!

  1. Sono contrario allo Ius soli. La cittadinanza non si regala, va voluta e conquistata e richiede un grande impegno. Ci vorrebbe una valutazione dopo un duro esame come succede negli USA, dove chi richiede la cittadinanza deve conoscere la lingua, le leggi, la storia e la geografia del paese. Cinque anni di scuola non sono certo sufficienti!

    1. Scusami ma che cavolo di requisiti sono per ottenere la cittadinanza? Ci sono innumerevoli italiani ignoranti in tutte le cose che hai detto: io stesso ad esempio, italiano da generazioni, diploma di liceo scientifico, l’italiano penso di conoscerlo al 98 %, la storia italiana la so a grandi linee, sono una capra in geografia, le leggi le si studia in pochissimi indirizzi di scuole superiori e in giurisprudenza; per questo dovebbero togliere la cittadinanza a me e a migliaia di italiani?!
      Noi italiani siamo al sicuro della cittadinanza che nessuno ci toglierà mai, ti pare logico che quelle condizioni che poni, considerato poi lo stato dell’insegnamento scolastico italiano, implicano che si debba dare la cittadinanza agli stranieri laureati in giurisprudenza?

      1. Io ho solo detto ciò che fanno negli Stati Uniti, poi tu puoi essere della stessa idea o no ma le cose stanno così. Lì le cose si conquistano studiando e impegnandosi e nessuno ti regala nulla. Comunque tu cosa faresti? La regaleresti questa cittadinanza?!

  2. Ma questi dementi irresponsabili a nome di chi parlano? Che c***o c’entra lo Ius Soli con le tematiche dei diritti gay?
    Con queste prese di posizione stanno di fatto indirizzando l’opinione pubblica a identificare i gay con una determinata parte politica…questo è gravissimo e può avere conseguenze molto brutte.

      1. Io mi chiedo da quale dimensione scrivano gli individui come te, vivete nel mondo del balocchi, per caso?
        Gran parte dei flussi migratori riguardano popolazioni provenienti da paesi islamici, vale a dire da culture che considerano l’omosessualità il male assoluto.
        Quindi non vedo perchè dovrei essere solidale nei confronti di chi mi vorrebbe vedere impiccato o decapitato.

        1. Forse perché tra i migranti ci sono persone LGBT? Visto che in quei paesi islamici l’omosessualità è perseguitata è evidente che le persone LGBT abbandonino i loro paesi per trovar rifugio da noi.

          1. quindi,dato che tra migranti e clandestini ci sarebbe qualche gay, siamo disposti a mettere a repentaglio il nostro futuro portandoci a casa anche centinaia di migliaia di fanatici religiosi?
            Per me le persone che ragionano come te sono completamente fuori di testa… invece di pensare a cuoricini arcobalenati dovreste provare a confrontarvi con la realtà, le conseguenze a lungo termine dei flussi migratori di massa dai paesi islamici saranno tragiche e tra coloro che pagheranno il prezzo peggiore ci saranno i gay.

          2. Guarda che quelli che fuggono lo fanno proprio perché sono vessati dai fanatici: vedi i siriani (vessati da 2 fanatici cioè Assad e ISIS), i nigeriani da Boko Haram, afghani e iracheni per talebani e ISIS, senza contare paesi islamici retti da tiranni che perseguitano persone LGBT (cioè quasi tutti in primis Cecenia, Egitto e Turchia); senza dimenticare di chi fugge per guerra e fame.
            Evidentemente tutti questi sono fanatici che ti devo dire: sono convinto che si debba combattere per i diritti umani di qualsiasi minoranza perseguitata; e dato che noi persone LGBT abbiamo conosciuto e/o subiamo la discriminazione, dovremmo essere solidali con chiunque sia discriminato.
            E comunque se per assurdo quand’anche su 500 migranti ci fossero anche solo 30 persone LGBT e 470 fossero fanatici, tu non li salveresti tutti e 500 in virtù di questi 30?

          3. la quasi totalità degli immigrati sono migranti economici, non profughi di guerra e tanto meno gente che scappa dalla carestia, oppure ci spieghi perchè arrivano quasi esclusivamente uomini?
            Ormai alle favole che raccontate non crede più nessuno…mettetevelo in testa. Non siamo un branco di fessi.

          4. Scusami ma secondo te con i migranti economici dovremmo fare: mica possiamo semplicemente lasciarsi morire di fame?
            E arrivano anche tante donne e bambini non solo uomini.

          5. ma tu gestisci un centro di accoglienza per caso?
            La tua ostinazione nel difendere l’indifendibile è qualcosa di assolutamente patetico.
            Cosa dovremmo fare? Limitare gli ingressi e espellere chi non risponde ai requisti per poter essere classificato come rifugiato, è tanto difficile da capire?
            Non esiste al mondo che tutta l’Africa si riversi in Italia…

          6. Limitare gli ingressi espellendo chi non ha requisiti di rifugiato è esattamente quello che si fa in Italia; forse non in modo così efficiente ma lo si fa.

          7. tu sei pazzo, fino a oggi i rimpatri si contano più o meno sulle dita di una mano e riguardano esclusivamente soggetti pericolosi condannati o sotto processo per reati gravi, laddove il paese di provenienza accetta di farsi carico del suo connazionale. In realtà per tutte le altre centinaia di migliaia di clandestini ci si limita a consegnare i fogli di via e tanti saluti. Di fatto nessuno torna a casa….

          8. dati ONU: entro il duemilatrenta la Nigeria avrà – DA SOLA – la stessa popolazione dell’intera Europa. Basta come risposta?

          9. Sbagli e di grosso: la Nigeria nel 2030 raggiungerà i circa 260 milioni di abitanti mentre l’Unione Europea sempre in quell’anno avrà 500 milioni e passa (considerando invece l’Europa intera avrà 733 milioni e passa); e al 2030 le proiezioni mostrano che in UE la popolazione musulmana sarà dell’8 %.
            Informarsi please.

          10. be’, quando ho
            torto ho torto, sono stato impreciso. Ho scritto cinquecento milioni, avrei
            dovuto scrivere un milardo…
            http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/07/21/il-mondo-nel-2100-saremo-tutti-nigeriani.html

            Siccome ormai conosco il modo in cui leggi, o meglio disleggi – una riga sì e quattro
            no – ti invito a notare che trattasi di statistiche degli uffici demografici dell’ ONU e non numeri di mia fantasia, come
            ti piacerebbe che fossero

          11. e tunisini algerini e marocchini da quale dittatore fanatico cercano scampo? E, almeno tra gli sbarcati nella parte meridionale della Sicilia, formano la frazione più importante. E tutti loro, algerini in particolare, professano un islam efferato che si propone, senza minimamente nasconderlo, di abbattere il modo di essere occidentale. Per dirne solo una che mi consta personalmente, gli algerini che conosco hanno un moto di raccapriccio quando vedono un italiano che accarezza il suo cane!

          12. Dovresti informarti meglio visto che tra i rifugiati la maggioranza non sono né algerini né marocchini né tunisini.

          13. rileggi con attenzione, ho precisato “tra gli sbarcati nella parte meridionale della Sicilia”, dati delle questure di Ragusa e Siracusa.

          14. Abbiamo capito , Marco Giranzani , tu unisci pranzo , cena e belle vacanze con i clandestini , con i fondi loro destinati. Comprendiamo che tu difenda la pagnotta.

          15. Ma assolutamente no: sono Papa Francesco!

            Scherzi a parte: sono un Disabile Gay e Cattolico, nessuno dei miei familiari e dei nostri conoscenti lavora per rifugiati e migranti; e non ho da difendere la pagnotta visto che mi nutro tramite un sondino direttamente attraverso la parete dello stomaco ^^.

          16. Marco Giranzani , questo è quanto TU scrivi.
            Sei proprio un’anime bella : si fa forte delle sue debolezze: anche se fosse vero un poco di dignità non guasterebbe.
            E poi queste future opportunità , queste “risorse ” Boldriniane , terranno anche la cittadinanza dei Paesi d’origine? Chi ed in che modo soggettivo si capirà che Ahmed lo scuro non diventerà uno che spara al concerto di Vasco Rossi? Se sei gay , non temi di volare da un terrazzo , quando questi Tamarri Beduini diverranno maggioranza?

          17. Non lo temo perché non accadrà oppure se e quando accadrà sarà un problema di quel momento.
            Penso che solo un buon discernimento ci farà capire se Ahmed sarà un buon uomo e una vera educazione farà il resto.
            Comunque cosa intendi quando mi hai definito un’anima bella ?

          18. E tutti i delinquenti Tunisini , Algerini etc
            liberati dopo il Ramadan che famo? Diamo loro 35 euro al giorno più l’alloggio ? Anima bella o lavori per chi sfrutta i clandestini o vivi su Marte.

          19. Per onore di correttezza, dei famosi 35 eur al gg che l’unione europea mette a disposizione per ogni migrante, solo 2.5 eur vanno nelle tasche della persona, gli altri vanno ai centri di accoglienza (che infatti sono un triste business) che si dovrebbe occupare di accogliere / integrare / dare alloggio

          20. Non si gioca con le parole ficcati in testa che c’è differenza tra ” rifugiati” , tra i quali anche gay e ” migranti”. Poi qui si parla di Jus soli .

          21. Tu giochi con le parole non io, tiri in ballo pure la fola dei 35 euro: riguardo lo Jus soli poi riguarda gli stranieri già residenti in Italia e di questi la stragrande maggioranza sono cristiani e ci sono anche buddhisti, non sono solo musulmani; lo Jus soli dunque non riguarda solo i musulmani.

  3. La foto che illustra l’articolo già dice tutto, con quei volti lunghi e quelle spalle strette onuste di tenerissimi bebè. Ma sapete qual è, dopo Mohammed, il nome più diffuso tra quei frugoli che vi toccano il cuore? OSAMA, fino a prima del 2001 rarissimo tra i maghrebini. E voi trepidate per il futuro di bambini che i padri hanno cresciuto e cresceranno nell’odio per l’occidente, CIOE’ PER VOI ? E quando diventeranno classe dirigente, com’è ineluttabile visto che demograficamente l’Italia è ormai stecchita, andrete da loro ad esigere i vostri diritti? o a reclamare per le aggressioni omofobe? In questo caso assicuratevi che l’ufficio di polizia in cui sporgerete denuncia si trovi al piano terra…

          1. Ma tu e lo stesso vale per Luigi C non avete altri argomenti con cui discutere al punto da attaccare le altre persone sul personale?

      1. era un riferimento alla provenienza geografica, essendo quelle le caratteristiche somatiche dei maghrebini. Mi dirai che sono fissato con i maghrebini? Sì, visto che per motivi di lavoro ci ho a che fare.

        1. Scusami ma che ragionamento è: se tu hai a che fare per lavoro con i maghrebini e questi sono dei poco di buono allora la stragrande maggioranza dei maghrebini sono dei poco di buono?

          1. aridaje…ma vuoi metterci un minimo di attenzione a leggere quel che scrivono gli altri? Io non ho parlato di “poco di buono”, anche se negli ultimi sbarchi ci sono pure gli amnistiati dell’ultimo ramadan, che tra l’altro non passano per nessun CAR ma si nascondono lungo le spiagge d’approdo per poi aggregarsi alla malavita indigena. Io ho parlato di persone che – riporto -” professano un islam efferato”. E questo sì che riguarda la stragrande maggioranza dei maghrebini, e non solo quelli con cui ho avuto a che fare io. E mi meraviglia che tu non lo sappia, o finga di non saperlo.

          2. Allora ci sono andato giù leggero, perché il mio ragionamento vale sempre visto che la tua è una ingiusta generalizzazione: tu conosci forse la totalità dei maghrebini? Ovviamente no perché altrimenti saresti il Padre Eterno: ragion per cui hai detto una ca..ata.

          3. insomma saremo invasi da un’orda di “liberals”, continua a dirtelo finchè non te ne convinci. Per quel che mi riguarda con questo post chiudo il discorso perchè mi accorgo che oltre che presuntuoso com’eri già vai diventando anche cafone, ed io ho modi migliori di usare il mio tempo libero.

          4. Presuntuoso e cafone? Sarà anche molto probabilmente vero d’altronde nessuno è perfetto: occorre tuttavia ammettere che se si continua a discutere in modo preconcetto, affermando mezze verità se non vere e proprie falsità (dalla crescita demografica della Nigeria alla generalizzazione riguardo i maghrebini) allora se permetti la pazienza scappa anche ai Santi, cosa che ovviamente non sono.
            Anche il numero crescente dei bambini di nome Osama non è assolutamente vero: secondo dati istat dal 1999 al 2016 sono nati 483 Osama; ma se è vero che c’è stato un quasi raddoppio dai 36 del 2000 ai 55 del 2001, ebbene dal 2002 all’anno scorso il trend del numero di Osama nati è decisamente calato, riducendosi per 3 anni consecutivi, ’14/’15/’16, a 12 bimbi all’anno.

            Se Mohammed è molto più diffuso di Osama, tuttavia ad esempio il nome Youssef è molto più diffuso di entrambi. Siccome poi in Italia i maghrebini sono circa 390’000, direi che circa 500 Osama non dovrebbero atterrire nessuno.

          5. “generalizzazione riguardo ai maghrebini”?. Stiamo commentando un articolo di Gay.it se non sbaglio, devo perciò desumere che tu ne siia un frequentatore come me. Vatti un po’ a guardare nella sezione “cronaca” qual è la condizione degli omosessuali del Maghreb. E non si tratta di atti di minoranze aberranti, ma di persecuzione ISTITUZIONALE, corano alla mano. Quanto alla questione Osama, se avrò voglia e tempo mi proverò a ritrovare la pagina da cui, l’anno scorso credo, ho tratto la notizia, e che parla di ben altro che di poche centinaia. Appena la troverò ne riporterò il link. Quanto alle “vere e proprie falsità” che avrei detto sulla evoluzione demografica della Nigeria ti rinvio al post precedente di un’ora fa.

          6. 1. per le “mezze verità e falsità” che avrei detto sull’evoluzione demografica della Nigeria be’, quando ho torto ho torto, sono stato molto impreciso. Ho scritto 500 milioni, avrei dovuto scrivere un miliardo…http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/07/21/il-mondo-nel-2100-saremo-tutti-nigeriani.html. Richiamo la tua attenzione sul fatto che trattasi di statistiche degli uffici demografici dell’ONU, e non numeri di mia fantasia, come ti piacerebbe che fosse.
            2. per le “ingiuste generalizzazioni” le risposte le puoi trovare scorrendo la sezione “cronaca” di Gay.it, di cui immagino tu sia un frequentatore come me – per informarti sulla condizione omosessuale nei paesi maghrebini – e non si tratta certo di atti isolati di singoli o minoranze, ma di persecuzione ISTITUZIONALE, fatta corano alla mano.
            3. Se avrò voglia e tempo cercherò di ritrovare l’articolo, che ho letto un bel po’ di tempo fa, in cui si parla di centinaia di migliaia di osamini, altro che poche centinaia ! e posterò il link..

  4. Vorrei chiedervi scusa Jezekael, Francesco, Ricardo e Luigi per la veemenza con cui porto avanti le mie idee; giuste o sbagliate che siano le mie opinioni, il tono che utilizzo è aggressivo e saccente e chiude qualsiasi dialogo.Comunque sia, nel bene o nel male riguardo
    certi temi ci tengo moltissimo senza avere “conflitti d’interesse”, ciò
    senza dubbio non giustifica il modo estremo di discutere.

Lascia un commento