Arcigay Milano: stravince la mozione “Essere futuro”

Terminato il Congresso Provinciale del Cig per votare i delegati che dovranno poi eleggere il nuovo presidente nazionale. Tra le due mozioni in campo ha prevalso quella collegata a Paolo Patanè

Milano – Giornate molto importanti per il futuro di Arcigay. Già dalla scorsa settimana sono iniziati i congressi provinciali presso i vari circoli del territorio nazionale, questo sabato è stata la volta di Milano. Presso la sede del Cig, uno dei circoli più numerosi e quindi influenti d’Italia,  si sono sfidate le due mozioni Essere Futuro e Inarrestabile Cambiamento, in vista del Congresso del prossimo 12-14 febbraio a Perugia. I soci hanno votato i delegati che in sede congressuale voteranno i nuovi dirigenti, compreso il successore del presidente Aurelio Mancuso

Nel congresso milanese ha prevalso completamente la linea politica della mozione Essere futuro, collegata alle candidature di Paolo Patanè a presidente nazionale e Luca Trentini a segretario nazionale, con 31 voti. Nessun voto ha ottenuto l’altra mozione e 7 sono gli astenuti. Al congresso hanno partecipato una sessantina di soci. “C’è stata una lunga e serena discussione – ha commentato a caldo il presidente del Cig, Marco Mori (in foto) – di oltre due ore, in merito alle mozioni e sono stati presentati tutti i delegati. È stato un congresso molto partecipato, con molti interventi da parte dei soci presenti. L’elezione dei 14 delegati è stata trasversale, alcuni di loro infatti, non avendo vincolo di mandato, non appartengono strettamente all’una o all’altra mozione. Non mi  aspettavo una scelta così netta a favore di Essere futuro”.

Ti suggeriamo anche  Milano ce l'ha fatta: ospiterà la convention mondiale sul turismo LGBT