Arcigay: Patanè prossimo presidente nazionale

Sabato si chiudono le tornate elettorali con gli ultimi congressi. Ma la mozione di Paolo Patanè fa incetta di delegati e lui si appresta a diventare il successore di Aurelio Mancuso.

Finirà sabato, con gli ultimi appuntamenti congressuali dei circoli di L’Aquila e di Bolzano, la fase di elezione dei delegati che il prossimo febbraio saranno chiamati a scegliere i dirigenti nazionali di Arcigay. Ma il congresso che si è tenuto oggi a Bologna e riservato ai rappresentanti del circuito ricreativo ha eletto gli utimi delegati utili per garantire matematicamente la vittoria alla mozione di Paolo Patanè "Essere futuro". Con 24 voti favorevoli e 4 contrari, Patanè si è infatti aggiudicato altri 17 delegati utili alla sua elezione a prossimo presidente nazionale dell’associazione.

Patanè succederà ad Aurelio Mancuso, dal maggio 2007 sulla poltrona più alta di Arcigay. Il candidato alla carica di Segretario Nazionale della stessa mozione è invece Luca Trentini, già responsabile Diritti Umani e Lotta alla Violenza, Politiche sociali, Multiculturalità nella Segreteria di Arcigay e  succederà a Riccardo Gottardi.

Paolo Patanè, avvocato, militante di Arcigay dal 2005, ha fondato nel 2006 il Comitato provinciale Arcigay Catania di cui è stato Presidente. Ha poi contribuito alla fondazione di altri cinque circoli locali in Sicilia (Messina, Ragusa, Siracusa, Palermo e Agrigento) e al Coordinamento regionale fra di essi. Nel settembre del 2007 è diventato membro della Segreteria nazionale di Arcigay come responsabile del settore Salute. Nel 2009 è sceso in campo con la mozione "Essere futuro" per diventare presidente dell’associazione.