Fondò l’Arcigay: a 76 anni Pietro Tarallo si unisce civilmente per la prima volta

Alla cerimonia anche Claudio Tosi, presidente di Arcigay Genova: “Gli dobbiamo molto”.

Pietro Tarallo, scrittore di viaggi e tra i fondatori dell’Arcigay, si è unito civilmente con il compagno alla veneranda età di 76 anni.

Sabato 16 settembre il giornalista e scrittore Pietro Tarallo si è unito civilmente con l’avvocato napoletano Massimo Bisceglie: a celebrare l’unione il sindaco della cittadina, Adolfo Olcese.

Tarallo, storico attivista per i diritti della comunità LGBT (sin dagli anni ’70), scrive così sulla sua pagina Facebook: “Il giorno dopo. A 76 anni mi sono sposato per la prima volta, con Massimo mio compagno da cinque. Ho solo questa foto all’uscita dal Municipio, emozionati e accolti da una pioggia di riso lanciato dai molti amici presenti”.

Alla cerimonia è intervenuto anche Claudio Tosi, presidente di Arcigay Genova: “Dobbiamo molto a Pietro, è stato uno dei primi in Italia a lottare per i nostri diritti. E sono felice di essere qui oggi, vuol dire che le nostre battaglie hanno sortito il loro effetto”.

Ti suggeriamo anche  Eugenia Roccella insiste, "Cambiare le unioni civili o riprenderemo in mano il progetto referendario"