Argentina: nuovo sì alle coppie gay

La Camera dei Deputati del Rio Negro (a sud ovest di Buenos Aires) si è pronunciata per la seconda volta a favore di una legge provinciale sulle unioni gay.

BUENOS AIRES – La Camera dei Deputati del Rio Negro (a sud ovest di Buenos Aires) si è pronunciata per la seconda volta a favore di una legge provinciale sulle unioni gay. L’autrice della proposta di legge, la deputata Regina Klus, ha dichiarato, raggiante, all’uscita dalla seduta, giovedì 10 aprile, che “questa giornata è storica”.

Per la prima volta in Argentina, e in tutta l’America del Sud, una legge viene fatta esclusivamente per le relazini omosessuali. Con essa, una coppia omosessuale che voglia ufficializzare la propria unione, dovrà presentarsi davanti a un giudice di pace, con due testimoni, e dichiarare sotto giuramento il voto di convivenza.

Per ora, questa coppia non si potrà sposare, né adottare bambini, “perché questo dipende da leggi nazionali”, ha specificato la deputata.

Dopo la città di Buenos Aires e la regione del Plata, il Rio Negro ha dunque fatto un gesto forte riguardo alla comunità omosessuale argentina, ancora maltrattata e incompresa da gran parte dei 36 milioni di abitanti.

LEGGI ANCHE

Storie

La prof insegna il “delitto gay” all’università: studenti in rivolta...

Il caso di omofobia è scoppiato alla facoltà di medicina della prestigiosa Università di Buenos Aires: lezione sospesa.

di Gianluca Pellizzoni | 20 Febbraio 2018

Storie

Violenza al Pride di Buenos Aires: uomo picchiato con una...

Nella capitale argentina casi di omotransfobia in aumento.

di Redazione | 21 Novembre 2017

Storie

Savona, c’è il primo divorzio da unione civile

Dopo l’introduzione della legge cirinnà, nella città ligure scoppia la prima unione civile. Come funziona un divorzio per una coppia...

di Gianluca Pellizzoni | 20 Luglio 2017