Arizona: omicidio gay

di

Omofobia, il movente di un omicidio

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
782 0

TUCSON (ARIZONA) – Un uomo arrestato con l’accusa di aver ucciso lo scorso giugno un ventiquattrenne avrebbe commesso l’omicidio perché la vittima era gay.

Philip A. Walsted era stato colpito a morte da una mazza da baseball e il suo corpo ritrovato sulla strada a poca distanza dalla sua abitazione. La polizia ha confermato che l’impiegato della American Airlines stava tornando a casa a piedi quando è stato ucciso. Del crimine è stato poi accusato David Higdon, 20 anni, con le accuse di omicidio di primo grado e rapina. In base a una serie di indagini e testimonianze sarebbe venuto finalmente alla luce il movente. «Siamo ovviamente scossi per il fatto che un crimine per odio di questa gravità abbia potuto aver luogo proprio a Tucson» ha dichiarato Kent Burbank, direttore esecutivo di Wingspan, il centro della comunità gay di Tucson. «Ma siamo anche soddisfatti che la polizia sia riuscita a portare a termine un’indagine accurata» ha aggiunto. «Spesso la gente è troppo traumatizzata e terrorizzata per riportare ciò che sa alla polizia ma per fortuna questa volta qualcuno ha parlato».

Leggi   Cathy La Torre, terza minaccia di morte in due settimane per l'attivista LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...