Arrestato ex agente: rapinava gli omosessuali

di

Nuovo arresto nell' ambito delle indagini della squadra mobile di Livorno su una serie di rapine ai danni di omosessuali che avevano gia' portato in prigione un ex...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
645 0

LIVORNO – Nuovo arresto nell’ ambito delle indagini della squadra mobile di Livorno su una serie di rapine ai danni di omosessuali che avevano gia’ portato in prigione un romano di 22 anni, ex paracadutista della Folgore.
Il secondo rapinatore arrestato a Roma e’ un ex agente della polizia penitenziaria di 30 anni, in servizio al carcere di Rebibbia a Roma, e cognato dell’ ex paracadutista. Gli agenti sono risaliti a lui dopo aver ritrovato nella periferia della capitale la Bmw 320 turbo diesel rubata a una delle vittime livornesi e poi abbandonata in seguito a un incidente.
Secondo gli inquirenti i due arrestati avrebbero agito due volte a Livorno e una volta a Ladispoli (Roma), sempre nell’ ambito della prostituzione maschile. Le vittime invitavano i giovani o a casa o a bere qualcosa e qui scattava il piano criminale: venivano narcotizzati e quando si risvegliavano erano sparite auto, denaro in contante, tessera bancomat e carta di credito. Nell’ abitacolo dell’ auto era stata lasciata anche una scheda telefonica attraverso la quale si e’ risaliti all’ ex agente della polizia penitenziaria. Ulteriori riscontri hanno convinto il magistrato che conduce l’ inchiesta, il sostituto procuratore di Livorno Giuseppe Rizzo, a emettere un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere. Entrambi gli arrestati sono rinchiusi nel carcere romano di Regina Coeli.

Leggi   Tunisia, nuovo passo verso la legalizzazione dell'omosessualità
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...