ASPETTANDO IL PRIDE: TUTTI I CARRI CHE SFILERANNO

La Karl Du Pignè in abiti medievali apre il corteo sul primo carro. Poi il tributo a Paola Binetti con cilici e boa di struzzi. E Grillini si rivolge ai media: “Date un’immagine realistica”

E’ tutto pronto per la parata del RomaPride 2007 di sabato 16 giugno per il quale continuano ad aumentare le presenze annunciate. E’ atteso l’arrivo di più di 200 pullman da tutta Italia oltre ai 40 carri che sfileranno per le strade della Capitale.

Vestiti medievali, cilici e boe di struzzo

Ad aprire il corteo sarà il carro del Coordinamento Roma Pride. Un autobus inglese a 2 piani completamente rivestito con le parole d’ordine del Pride: parità, dignità, laicità, sul quale La Karl Du Pignè, speaker ufficiale della manifestazione, indosserà un vestito medioevale a testimoniare lo stato dei diritti per la comunità omosessuale e transessuale in Italia. Presenti tra gli altri il carro Euphoria del Circolo Mario Mieli/Muccassassina, realizzato con il materiale fornito dalla ditta di Rio de Janeiro che si occupa dei carri del più grande Gay Pride esistente al mondo, quello brasiliano, appunto, alla cui ultima edizione ahnno aprtecipato ben tre milioni di persone.

Euphoria sarà un tripudio di gogo boys e drag queens e piume brasiliane. Tutti gli animatori del carro tributeranno Paola Binetti e porteranno un cilicio sulla gamba destra e un boa di struzzo in quella sinistra. Il carro che si annuncia maestoso e mastodontico allo stesso tempo, supererà i 4 metri di altezza e su di esso suoneranno tutti i dj di Muccassassina.

Ti suggeriamo anche  Pride, gli omofobi dell'Osservatorio Gender lanciano consigli su come boicottarli

Preservativi dal carro della Lila

Il Circolo Mario Mieli, in oltre, in collaborazione tra gli altri con Lila Lazio e Parsec, parteciperà alla parata anche con il Carro della Prevenzione. L’allestimento prevede una struttura con striscioni e palloncini a forma di profilattico in modo da realizzare un palcoscenico itinerante, da dove go-go boys potranno distribuire materiale informativo e preservativi.

Non date un’immagine stereotipata che consente all’integralismo nostrano di parlare di carnevalata o peggio Come era prevedibile, insomma, e nonostante dibattito in corso, almeno una parte del corteo sarà colorata e sgargiante. E sapendo che questo potrebbe essere l’aspetto più evidenziato dai media col rischio che venga svilito il senso politico dell’evento, l’onorevole Franco Grillini ha rivolto oggi «un appello a giornalisti, fotografi e cineoperatori, perché si dia l’immagine realistica, in tutte le sue sfaccettatura, del gay pride e dei suoi manifestanti e non la solita immagine stereotipata che poi consente all’integralismo nostrano di parlare di carnevalata o peggio».

Gli altri carri:il camper di Friendly Versilia e, in coda, i radicali

Presenti anche i carri di Arcigay, il carro degli Orsi con una piscina, il trenino delle Famiglie Arcobaleno, i tre carri del mondo lesbico e i carri dei locali commerciali. Sono presenti anche i carri della Cgil, di Amnesty International, dell’Unione degli Studenti e dei partiti della sinistra, da quello dei Giovani Comunisti a quello dei Radicali che però sfilerà, in polemica rispetto alle scelte di chi potrà intervenire dal palco a fine manifestazione, in coda al corteo. Dal loro carro, i Radicali proietteranno il video che ricostruisce i fatti del Pride di Mosca e manderanno musiche di Claudio Coccoluto dj, l’ Happy music dei Pepa’s Favorites dj alternata agli interventi dei dirigenti radicali.

In mezzo agli altri, anche il camper di Me2, inoltre, distribuiranno gadget e materiale del consorzio.