Australia, primo prete transgender

Prete da oltre 30 anni, Jo Inkpin ha cambiato sesso ed è diventata la prima ‘sacerdotessa’ transgender d’Australia.

Jo Inkpin è diventata il primo prete transgender anglicano d’Australia.

 

In un’intervista con la ABC, Inkpin ha confessato come amasse indossare gli abiti della nonna, a Londra, sin da bambina. Solo più tardi ha capito e accettato la propria identità di genere, facendo coming out a 50 anni. Da parte della Chiesa anglicana, per ora, nessun ‘divieto’. Inkpin è sacerdote dal 1986 e non ce la faceva più a nascondere il proprio io.

Tutto è cambiato quando ha sposato Penny Jones, ovvero una delle prime preti-donna del Regno Unito e attualmente rettore nella parrocchia di Auchenflower-Milton, a Brisbane. A quel punto Jo si è resa conto come stesse negando la verità non solo a se stessa ma anche a sua moglie. Dopo aver letto la storia di Carol Stone, primo sacerdote transgender d’Inghilterra, Inkpin, era il 2000, ha capito di poter finalmente uscire allo scoperto. Poi, un giorno – coincidenza vuole nel pieno della giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia – Jo ha preso un volo verso Parigi, per partecipare a una conferenza religiosa. In aereo le è capitato di vedere un film francese in cui il protagonista faceva coming out, in quanto transgender. Alla fine, dopo lunga attesa, la maschera è caduta, perché non si trattava di semplice ‘travestitismo’, di amore per gli abiti femminili, bensì di identità. Jo voleva vivere autenticamente come donna.

Ti suggeriamo anche  Donald Trump ha in mente una nuova linea politica per i militari transgender

L’arcivescovo di Brisbane, Phillip Aspinall, ha sostenuto Inkpin e ha trasmesso la sua dichiarazione al clero nel luglio del 2017, insieme al suo desiderio di evitare “speculazioni inutili”.