Austria: no a coppie gay al Ballo dell’Opera

L’associazione ‘Austrian gay professionals’ (Ag Pro) ha chiesto agli organizzatori del famoso Ballo dell’opera di Vienna di ammettere quest’anno per la prima volta anche una coppia di omosessuali.

VIENNA – Frack nero per lui e frack bianco per il partner: l’associazione ‘Austrian gay professionals’ (Ag Pro) ha chiesto agli organizzatori del famoso Ballo dell’opera di Vienna di ammettere quest’anno per la prima volta anche una coppia di omosessuali tra figli e figlie della buona borghesia che per tradizione sfilano in apertura del ballo piu’ importante della stagione mondana austriaca.

La richiesta del presidente dell’associazione ‘Ag Pro’, l’avvocato Wolfgang Rainer, per ora non e’ stata accolta in maniera positiva. L’organizzatrice del ballo, Elisabeth Guertler, e’ impallidita per lo stupore, ma ha rapidamente rifiutato la domanda, ha raccontato Rainer al quotidiano di Vienna ‘Der Standard’. “Non intendevamo in nessun modo mandare due travestiti, ma due signori, uno in frac nero e l’altro in frac bianco” sottolineando che non c’era nessuna intenzione di sollevare uno scandalo.

‘Ag Pro’ rappresenta infatti, ha spiegatp Rainer, quella parte del movimento gay che vuole contribuire “con persistenza e senza comportamenti striduli” all’accettazione delle coppie omosessuali sul piano giuridico e sociale.

Ti suggeriamo anche  Un Valzer di emozioni