Bagheria: prime iscritte al registro unioni

di

Si tratta di due donne omosessuali, una di trenta l'altra di trentatre anni, che per motivi affettivi coabitano sotto lo stesso tetto da più di un anno.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
902 0

BAGHERIA – Prime iscritte all’Elenco delle Unioni Civili istituito a Bagheria dal 22 gennaio scorso. Si tratta di due donne omosessuali, una di trenta l’altra di trentatre anni, che per motivi affettivi coabitano sotto lo stesso tetto da più di un anno, che hanno residenza e domicilio nel Comune e che in data 10 marzo 2003 avevano fatto regolarmente richiesta d’iscrizione al sopraddetto Registro. Grande soddisfazione viene espressa dal consulente del Sindaco per la realtà omosessuale bagherese, Piero Montana, che però tiene a precisare che all’ Elenco delle Unioni Civili possono iscriversi per motivi affettivi tutte le coppie di fatto, sia eterosessuali, non regolarmente sposate, che gay ed ancora quelle persone conviventi per motivi di assistenza morale e/o materiale aventi dimora abituale nel Comune di Bagheria.
Soddisfatta anche la Vice Sindaco, Maria Concetta Balistreri, che ritiene che con questa prima iscrizione al Registro, «il messaggio e la portata di una concreta politica delle pari opportunità siano stati recepiti dalla nostra Amministrazione nonché dalla nostra Comunità». Da parte sua il consigliere Nicola Tarantino (DS), che in Consiglio Comunale aveva presentato l’ordine del giorno per l’istituzione del Registro, ritiene questa prima iscrizione un fatto positivo in quanto dimostrazione di una esigenza reale, che può servire da stimolo al Parlamento Italiano per un’adeguata legislazione sul riconoscimento delle coppie di fatto, come da recente raccomandazione del Parlamento Europeo.
“Con l’iscrizione di oggi- dichiara il Presidente del Consiglio Domenico Maggiore -si concretizza la volontà espressa precedentemente in questo Consiglio Comunale, prontamente recepita dall’Amministrazione con atto deliberativo”. Per il Capogruppo consiliare della Margherita, Atanasio Matera, questa prima iscrizione all’Elenco delle Unioni Civili, rappresenta un traguardo significativo per la conquista dei diritti civili ed una crescita socioculturale della nostra Città, mentre ancora il consigliere Vincenzo Lo Meo ( Forza Italia ) ritiene questa prima coraggiosa iscrizione, un segno concreto di civiltà , rappresentando una prima tappa per il superamento di ogni “diversità” ed emarginazione.
Piero Montana, consulente del Sindaco per la realtà omosessuale bagherese, dal suo canto tiene a precisare come Bagheria stia raggiungendo davvero degli obiettivi invidiabili per l’intero movimento gay italiano, essendo oggi l’unica Città del Meridione ad aver istituito e reso effettivamente operativo l’Elenco delle Unioni Civili.Il Direttore Generale, Dott. Francesco Viscuso, che ringraziamo per la collaborazione amministrativa ed organizzativa ai fini dell’effettiva realizzazione del sopradetto Registro, esprime infine soddisfazione per l’evento che una tale prima iscrizione in una città di provincia quale Bagheria viene a costituire, rompendo ogni muro di silenzio ed ipocrisia

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...