Bagheria: solidarietà a Vendola dal Comune

di

Membri dell'amministrazione comunale di Bagheria firmano un comunicato di solidarietà a Nichi Vendola.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1088 0

BAGHERIA – «Un gravissimo caso di discriminazione politica in base all’orientamento sessuale della persona verrebbe perpetrato, nonostante le smentite degli alti vertici del partito dei Ds, nei confronti del deputato di Rifondazione Comunista, Nichi Vendola, da sempre dichiaratamente omosessuale, e che alla storia del movimento gay italiano ha personalmente dato, con coerenza e costanza, con le sue battaglie per i diritti civili degli omosessuali un importante contributo». Così Piero Montana, consulente del Sindaco per la realtà omosessuale della Città di Bagheria, si esprime in merito alla polemica nata sulla candidatura di Vendola a presidente della Regione Puglia. Insieme con lui firmano il comunciato altri esponenti del Comune di Bagheria, come Pippo Cipriani, Assessore alla Legalità e Beni confiscati alla mafia, Biagio Sciortino, Assessore alla Cultura e P.I, Pietro Tornatore, Assessore ai Lavori Pubblici, Atanasio Matera, Presidente del gruppo consiliare della Margherita, Angelo Bartolone, consigliere del gruppo indipendente, Rosario Giammanco, consigliere del P.R.I., Michele D’Amato, consigliere di Un patto per la Sicilia, e l’Avv. Vittorio Fiasconaro, responsabile dell’Ufficio legale del Comune di Bagheria.
«Oggi Nichi Vendola, a causa della sua omosessualità non solo dichiarata ma sbandierata con orgoglio, incontrerebbe il veto degli alti dirigenti del partito dei Ds – si legge nel comunicato – Se questa fosse la verità dei fatti, da sinceri democratici, pur non essendo né iscritti né simpatizzanti del Partito della Rifondazione Comunista, riterremmo vergognoso un veto a Vendola – che alle spalle ha un’invidiabile e consolidata carriera politica – solo per il suo dichiarato orientamento sessuale, segno questo che anche a sinistra il pregiudizio sui gay non sarebbe , come invece si vuol far credere, del tutto debellato».
«A Vendola in ogni caso esprimiamo tutta la nostra solidarietà, considerandolo, al di là della sua appartenenza partitica, soprattutto un uomo di grande sincerità e coraggio politico».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...