Barack Obama dichiara Stonewall monumento nazionale

A poche ore dall’uscita del film anche in Italia, prevista per domani, Obama corona così la presidenza più gay friendly della storia

A poche settimane dalla fine del suo mandato e a qualche ora dal debutto nelle sale italiane del film dedicato, il presidente “più gay” della Storia, Barack Obama annuncia che Stonewall diventerà monumento nazionale.

out-obama-1

Lo stesso presidente degli Stati Uniti aveva inserito i moti di Stonewall del 1969 tra i momenti che hanno fatto la storia dei diritti degli States all’epoca del suo discorso di insediamento , nei giorni in cui la sua parabola da presidente, che con ogni probabilità rimarrà nella storia come la personalità più influente dell’epoca contemporanea nell’affermazione dei diritti LGBT, tiene fede alla sua parola

Il bar ubicato al numero 53 di Christopher Street, tra la West 4th Street e Waverly Place, nel Greenwich Village, fu l’epicentro dei celeberrimi moti che vennero battezzati così proprio dal suo nome, Stonewall Inn.

stonewall_inn

Secondo il Washington Post, il National Park Service dichiarerà storica tutta l’area contigua a Christopher Park entro il 28 Giugno prossimo, data del prossimo Gay Pride.

L’avvenimento -dulcis in fundo- portrebbe coincidere con il primo anniversario della storica decisione da parte della Corte Suprema degli Stati Uniti che lo scorso anno alla fine di Giugno ha compreso il matrimonio tra i diritti Costituzionali garantiti anche alle coppie omosessuali.

Ti suggeriamo anche  Kehinde Wiley, chi è il pittore gay che ha dipinto il ritratto ufficiale di Barack Obama