Bari: rinasce Arcigay e si assegnano i premi ‘Cuore Sacro’

Rilancio del movimento GLBT in Puglia: sabato 28 aprile un nuovo Comitato Provinciale di Arcigay e lunedì 30 assegnazione della prima edizione dei premi ‘Cuore Sacro’.

BARI – Giorni intensi in Puglia per la comunità GLBT locale. Arcigay è assente da Bari e dalla Puglia da circa due anni. Rinasce oggi con un nuovo Comitato Provinciale e con nuove energie, sulla spinta di un gruppo di soci fondatori animati da grande motivazione per il rilancio del tema della laicità dello stato e delle Istituzioni e perché non vada perduto lo spirito che con il Gay Pride del 2003 diede impulso alla Primavera Pugliese. Per questo, il Comitato Provinciale di Arcigay Bari assume nel proprio marchio la dicitura “Liberi di Essere Liberi di Amare”, in sé uno slogan ed un programma di lavoro. Il nuovo Comitato Provinciale è aperto a tutti coloro, etero e gay, che hanno a cuore le Pari Opportunità per tutte le persone e la fine delle discriminazioni basate sul sesso e sull’orientamento sessuale. Chiunque sia interessato può partecipare all’incontro, sabato 28 Aprile presso l’Hotel Excelsior in Bari a Via Giulio Petroni n. 15 (ex Hotel Jolly), alle ore 16.

Lunedì 30 aprile alle ore 21,00 presso il Teatro Purgatorio in Bari (via Pietrocola, pressi di Villa Romanazzi) si svolgerà la consegna dei premi “Cuore Sacro”, una serata a ingresso gratuito presentata da La Wanda Gastrica e Regina Miami e alla quale interverranno anche Matteo Bianchi, Jonathan Cilia, Giuliano Ciliberti, Sabino de Razza e il Sindaco di Bari Michele Emiliano. È l’Associazione “Mater Natura” che ha istituito per la prima volta un riconoscimento dal nome Premio “Cuore Sacro”, ispirato dal leit motiv del film di Ferzan Ozpetek “Ciascuno di noi ha due cuori, uno dei due però eclissa l’altro ma se ognuno di noi riuscisse anche solo per un istante ad intravedere la luce del suo cuore nascosto allora capirebbe che quello è un cuore sacro e non potrebbe più fare a meno del calore della sua luce”. L’intento è quello di premiare quelle persone che nell’ultimo anno hanno permesso al loro Cuore Sacro di farsi avanti nell’ambito della valorizzazione dei diritti umani contro ogni forma di discriminazione e razzismo. Quest’anno verranno premiati personaggi che hanno affermato con i loro temperamenti i diritti della comunità GLBT. Una commissione interna all’Associazione ha identificato le categorie e i vincitori da premiare quest’anno: nel settore letterario Matteo Bianchi, nel giornalismo Delia Vaccarello, nel politico Titti De Simone, a livello nazionale Imma Battaglia e a livello regionale Enrico Fusco. Il premio in questione sarà il primo di una serie di eventi che riuniscano il momento ludico alla riflessione culturale. Quella sera stessa dopo la mezzanotte avrà luogo la festa per il Premio presso il Gilda (viale Einaudi, 60), che avrà come ospite speciale Platinette. Qui il biglietto d’ingresso è di 18 Euro (14 con riduzione).

Ti suggeriamo anche  Lecce, sì della giunta alla rete RE.A.DY: "Primo passo contro le discriminazioni"