Beccato sindaco su Grindr: il radicale Marco Cappato a caccia

“Siamo transnazionali, transessuali e transocial” dichiara l’interessato. Geniale e furba escamotage elettorale.

Da sempre geniali nella comunicazione. Da sempre costretti a inventarsi spazi alternativi per superare il clima di censura, quando non di sabotaggio, rispetto alle proprie battaglie. I radicali sono stati e continuano ad essere la coscienza viva e pratica nel dibattito pubblico e nella società italiani.
A Milano, come a Roma, i Radicali sono presenti con le proprie liste e i candidati sindaco Marco Cappato e Riccardo Magi >

marco cappato lgbt lgbtqi gay
Marco Cappato su Grindr e Tinder

Nel capoluogo lombardo Marco Cappato ha nelle ultime ore attivato una campagna di comunicazione elettorale originale, pubblicando il proprio profilo sulle app di dating Tinder e Grindr, non per conoscere donne e/o uomini da incontrare, ma per comunicare il proprio messaggio elettorale. O forse entrambi?
“Cerchi un’altra storia? Alle elezioni comunali prova con #RadicaliConCappato” recita l’intestazione sul profilo di Grindr. E ancora “Sono candidato sindaco a Milano con i Laici Ecologisti Federalisti Radicali. Scoprimi tutto su www.marcocappato.it “.
“Il programma elettorale lo spieghiamo anche a letto e senza distinzione tra uomini e donne” ha spiegato il candidato radicale.

Coerentemente con le battaglie per i diritti civili, divorzio, aborto, eutanasia, no al nucleare, fame nel mondo, matrimonio egualitario, depenalizzazione della cannabis per citarne alcune, i Radicali si sono sempre battuti per la piena cittadinanza della popolazione LGBTQI, distinguendosi per un’attenzione politicamente rara per le persone transessuali. (gf)

Video intervista di Repubblica a Marco Cappato >

Ti suggeriamo anche  Drogò e stuprò 4 ragazzi conosciuti su Grindr: condannato a 23 anni di carcere