Belgio: primo sì per le adozioni ai gay

Approvato dalla Camera dei deputati il testo che prevede la possibilità di adozione per le coppie omosessuali. Ora la parola è al Senato.

Clicca qui per il video della campagna a favore delle adozioni.

BRUXELLES – Dopo una maratona parlamentare durata fino a notte fonda la Camera dei deputati belga ha dato il suo via libera alla legge che consente alle coppie gay di adottare bambini. Il testo è stato adottato con 77 sì, 62 no e sette astensioni e ora passa all’esame del Senato. Sarà comunque il Senato ad avere l’ultima parola.

La proposta di legge è passata con l’appoggio dei socialisti, degli ecologisti e dei liberali fiamminghi. I liberali francofoni si sono divisi, mentre i due partiti cristiano-democratici e l’estrema destra hanno votato contro.

In base al progetto di legge le coppie omosessuali regolarmente sposate e conviventi avranno gli stessi diritti delle coppie eterosessuali per quanto riguarda le adozioni di bambini, sia belgi sia stranieri.

Il Belgio è diventato nel 2003 il secondo paese al mondo, dopo l’Olanda, a legalizzare il matrimonio tra omosessuali.

La proposta di legge è stata duramente contestata dai vescovi belgi, secondo i quali “legalizzare l’adozione aumenterebbe la confusione sulla differenza sessuale, che è il principio fondante della famiglia”.

Clicca qui per il video della campagna a favore delle adozioni.