Berlinale: il Teddy Bear va in Messico

Un film messicano in bianco e nero, ‘Mille nuvole di pace circondano il cielo’ di Julian Hernandez, ha vinto il premio Teddy per il miglior film gay/lesbico al Festival di Berlino.

BERLINO – Un film messicano in bianco e nero, ‘Mille nuvole di pace circondano il cielo’ di Julian Hernandez, ha vinto il premio Teddy per il miglior film gay/lesbico al Festival di Berlino (3000 euro). A sceglierlo una giuria internazionale composta da nove membri, organizzatori di festival gay o registi dichiaratamente omosessuali. La motivazione spiega: Per la sua eccezionale qualità cinematografica e poetica nel descrivere i tumulti emotivi e sensuali di un giovane uomo che cerca l’amore‘. Miglior documentario ‘Talk Straight – il mondo dei gay rurali’ di Jochen Hick per ‘il suo ritratto abile e appassionato di uomini gay che affrontano la sfida di continuare a vivere in piccole comunità di conservatori’. Tra i corti è stato scelto ‘Momenti preziosi’ di Lars Krutzkoff e Jan Dalchow, ‘per la sua analisi luminosa del contrasto tra la realtà tenera di un incontro sessuale e le sue conseguenze legali’. Potremo vederlo in anteprima assoluta per l’Italia al Festival Gay di Torino ‘Da Sodoma a Hollywood’ ad aprile. Un Teddy speciale in memoria è stato assegnato a Friedrich Wilhelm Murnau (1881-1931), sublime regista di ‘Aurora’ e ‘Nosferatu il vampiro’.

Il premio al miglior film in assoluto è andato a ‘In this world’, commovente road movie di Michael Winterbottom su due rifiugiati che scappano dal Pakistan per giungere a Londra. Migliori attrici il trio del film lesbogay ‘The Hours’ di Stephen Daldry (Nicole Kidman, Meryl Streep e Julianne Moore) e miglior regista Patrice Chéreau dell’acclamato ‘Suo fratello’. Miglior attore il fascinoso Sam Rockwell dell’opera prima di George Clooney ‘Confessioni di una mente pericolosa’.

Ti suggeriamo anche  Torino, rischio chiusura per lo storico festival LGBT Lovers?