Berlino: presentato il memoriale sull’omocausto

di

Sarà inaugurato il prossimo 27 maggio un monumento dedicato a tutte le persone LGBT perseguitate e uccise durante la dittatura nazista in Germania. E Cesare Salvi lo farebbe...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1754 0

Berlino inaugurerà il 27 maggio un monumento agli omosessuali perseguitati dal nazismo che sorgerà proprio di fronte a quello all’Olocausto. Il ministro della Cultura, Bernd Neumann (Cdu), ha ufficializzato la data per l’inaugurazione di questo omaggio ai 54mila gay condannati dal Terzo Reich, realizzato dall’architetto danese Michael Elmgreen e dal collega norvegese Ingar Dragset. La decisione di costruire il monumento, costato 600 mila euro, era stata presa dal Bundestag nel 2003. L’opera è costituita da un grande cubo, situato nella parte meridionale del Tiergarten, il grande parco cittadino, e presenta in un angolo una finestra obliqua, in cui si può osservare la continua proiezione della scena di un bacio omosessuale. Alternativamente, ogni due anni, le immagini mostreranno il bacio tra due gay e quello tra due lesbiche

Sul monumento verrà apposta una scritta, che spiega la persecuzione dei gay durante l’epoca nazista ed in cui si afferma che con il memorial "la Germania intende mantenere vivo il ricordo delle vittime perseguitate ed uccise e creare un simbolo durevole contro l’intolleranza, l’odio e l’emarginazione". Durante i 12 anni della dittatura nazista vennero pronunciate dai tribunali tedeschi 54mila sentenze contro gli omosessuali, 7mila dei quali perirono nei campi di concentramento.

In occasione di questa notizia, Klaus Davi ha rivolto a Cesare Salvi una domanda, e cioè se fosse d’accordo con il finanziamento di un memoriale dell’omocausto anche in Italia. "Si, sono favorevole ad un monumento che ricordi l’olocausto dei gay – ha risposto Salvi -. Inoltre, sarebbe opportuno far trasmettere in televisione quel meraviglioso film che è Una giornata particolare di Scola con Mastroianni e la Loren. Più attenzione alle minoranze: agli ebrei, ai gay e anche agli zingari".

Leggi   Diritti Umani, Paola Binetti eletta vicepresidente: Comparò l'omosessualità alla pedofilia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...