Berlino, vandalizzato il memoriale delle vittime dell’Omocausto

Delinquenti hanno imbrattato con della vernice il Memoriale agli omosessuali perseguitati sotto il nazismo, che si trova a Berlino.

Il Memoriale agli omosessuali perseguitati sotto il nazismo si trova a Berlino, Germania, dal 27 maggio del 2008. Progettato dagli artisti Elmgreen & Dragset, il memoriale è stato vandalizzato con della vernice.

Cuboide fatto di cemento, si trova nel parco Tiergarten, vicino al monumento dell’Olocausto, dedicato a tutte le vittime del regime nazista. Sul memoriale c’è una finestra, attraverso la quale i visitatori possono vedere un cortometraggio di due uomini che si baciano.

Vicino al memoriale c’è un’insegna, in lingua tedesca e in inglese, dove si possono leggere le persecuzioni durante il nazismo e il Paragraph 175, ovvero l’indegna legge che definiva illegale l’omosessualità. La legge venne riformata nel 1969, attenuata nel 1973 e infine cancellata nel 1994.

Attualmente non ci sono sospetti nei confronti dell’atto vandalico.

Ti suggeriamo anche  Toronto, trovata una sesta vittima gay del presunto serial killer Bruce McArthur