Biancofiore insiste: “Mie posizioni come quelle di Papa Francesco”

La sottosegretaria continua a difendersi in modo infelice dalle accuse di omofobia. Questa volta si paragona al pontefice: “Però da lui vanno a genuflettersi e con me fanno gli ipocriti”.

Continua ad usare toni amareggiati per le accuse che l’hanno investita e il conseguente cambio di deleghe, Micaela Biancofiore, che in un colloquio con il Corriere della Sera non rinnega le proprie convinzioni. «Amareggiata? Ciò che è successo intorno a quelle mie dichiarazioni sui gay si commenta da solo . Grazie al cielo, però, la gente legge i giornali e vede la televisione e, perciò, avrà avuto modo di giudicare».

Le sue parole, fa notare il giornalista del Corriere, per molti avevano un sapore omofobo . «Ma smettiamola – ribatte la deputata Pdl – sa qual è la verità? La verità è che certe mie posizioni personali sono uguali a quelle di papa Francesco! Solo che poi, da lui, vanno e, giustamente, si genuflettono… mentre con me, in tanti, con la sottoscritta, fanno, e hanno fatto, un bel po’ di esercizi di ipocrisia».

Il cambio di ministero, lo ha già metabolizzato e ha intenzione di mettersi al lavoro al più presto: «Non ci sono, non ci saranno problemi. Per il bene del Paese, io faccio quello che mi dicono di fare. Perché no, dico, è chiaro: io non avrei mai accettato di far parte di una simile formazione di governo se, appunto, in ballo non ci fosse stato il bene supremo del Paese». Amen.