Bimba di 10 anni scrive tema LGBT e la preside tuona: ‘inaccettabile’

La mamma della piccola, per tutta risposta, ha fatto causa alla scuola per aver violato il primo emendamento della Costituzione USA.

Una bimba di 10 anni ha scritto un tema LGBT, ispirata dal suo nonno dichiaratamente omosessuale, suscitando clamore all’interno della sua scuola.

La preside dell’istituto, situato nella Carolina del Sud, ha infatti costretto la bambina a scrivere un nuovo tema a sfondo sociale, senza accennare ad alcun contenuto LGBT.

“Non so se lo sai”, si leggeva nel tema, “ma l’opinione della gente sulle persone transgender è un problema [sic]. La gente pensa che gli uomini non dovrebbero essere come le donne, e allora dicono cose cattive. Pensano che stiano scegliendo la cosa sbagliata nella vita. Ma nel mondo le persone possono scegliere di essere chi vogliono“.

Invece di farle i complimenti, mettendole magari un bel 10, la preside ha cestinato il tema, perché a suo dire avrebbe “sconvolto altri genitori. Non contenta, la direttrice scolastica ha riferito alla mamma della bimba che quello scritto era proprio “inaccettabile”, anche perché vista la giovane età “inadatto a discutere di persone transgender, lesbiche, gay e drag queen. La piccola è stata così costretta a scrivere un altro tema.

La mamma della bambina, Hannah Robinson, ha deciso di fare causa alla scuola per aver violato il Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’America, interamente dedicato alla libertà di parola.

Ti suggeriamo anche  'Caro Salvini ti scrivo', la lettera di un prete gay sposato al Ministro della Lega