Blazevic: "Il calcio non è per i gay"

L’ex commissario tecnico della nazionale croata, Miroslav Blazevic, ha respinto le insinuazioni sulle sue inclinazioni sessuali: "in uno sport come il calcio non può esserci un gay".

Il calcio non e’ uno sport per omosessuali. Ne e’ convinto l’ex commissario tecnico della nazionale croata e attuale allenatore dell’Osijek, Miroslav Blazevic, che in un’intervista al settimanale ‘Globo di Zagabria’ ha respinto le insinuazioni sulle sue inclinazioni sessuali. Ai tifosi che dagli spalti gli inveiscono spesso contro chiamandolo ‘finocchio’, Blazevic replica: "Faccio l’allenatore da 35 anni e so che in uno sport come il calcio non puo’ esserci un giovane omosessuale".