Bologna non si arrende: altra coppia chiede nozze al Sindaco

Dopo Maurizio Cecconi e Tomas Kutinjac, altri due ragazzi bolognesi chiedono al Sindaco Delbono di celebrare le loro nozze simboliche. «Stiamo insieme da 15 anni, sarebbe un bel gesto da parte sua».

Giuseppe Lombardo e Angelo De Battisti formano da ben 15 anni una coppia. La seconda a chiedere al Sindaco di Bologna di unirli simbolicamente in matrimonio tramite l’iniziativa Mille Chiamparino. Già Maurizio Cecconi e Tomas Kutinjac, infatti, avevano avanzato la stessa richiesta al loro primo cittadino, ma senza fortuna.

Eppure «È arrivato il momento di fare qualcosa di concreto per le coppie omosessuali. Più siamo meglio è», dice Giuseppe, 40 anni, che nella vita fa l’imfermiere. «All’epoca non c’era internet. Ci siamo conosciuti con un annuncio su Telemontecarlo, racconta Angelo, operaio metalmeccaninco di 52 anni. Con loro vive anche la madre di quest’ultimo che «sarebbe felicissima se potesse vederci sposati». Loro tre, insieme, formano una normalissima famiglia senza diritti come tante. «Mi auguro che Delbono risponda alla nostra richiesta – dice ancora Giuseppe -, altrimenti la delusione sarebbe grande. Anche perchè ha manifestato con noi in Piazza Nettuno in un sit-in contro l’omofobia».

L’iniziativa del portale Gay.it s’ispira alla vicenda del Sindaco di Torino Sergio Chiamparino che ha annunciato la volontà di sposare Antonella D’Annibale e Debora Galbiati Ventrella, due lesbiche torinesi che gli avevano chiesto proprio di poter celebrare le loro nozze simboliche. Per aderire basta compilare il modulo a questo indirizzo. Una mail automatica sarà inviata al Sindaco della propria città con la richiesta di nozze simboliche.

Ti suggeriamo anche  Emilia Romagna, PD spaccato sulla legge contro l'omotransfobia