Bologna, individuati gli aggressori omofobi dello studente inglese

Gli aggressori sono stati denunciati per rapina aggravata e lesioni.

Il caso è rimbalzato persino sui media britannici, dopo aver fatto clamore in Italia.

L’aggressione in pieno centro a Bologna di un 20enne studente inglese, picchiato da tre giovani solo perché a loro dire omosessuale, è finalmente andata incontro ad una ‘buona’ notizia.

Gli aggressori sono stati infatti individuati, denunciati per rapina aggravata e lesioni, come riportato da BolognaToday. Il pestaggio è avvenuto domenica pomeriggio, in piazzetta San Giuseppe, in pieno centro storico, nell’indifferenza generale.

Grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza della zona, la Squadra mobile della Polizia ha rintracciato un 24enne e un 22enne moldavi, entrambi residenti nel bolognese. Uno dei due aveva precedenti per rapina. Non a caso dopo aver picchiato il ragazzo i due gli hanno anche rubato lo zainetto, contenente soldi, smartphone e carte di credito. Nonostante fossero incappucciati, i malviventi sono stati ripresi dalle telecamere fino a quando sono tornati alla loro auto, un’Audi A6 parcheggiata in zona. Al momento dell’arresto entrambi hanno confessato di aver picchiato e derubato il giovane, negando però il movente dell’omofobia.