Bologna Pride: prossimi eventi

di

Si parlerà di Stonewall, che segna l'inizio della storia dei pride e di diritti delle persone LGBT in Italia in due dibattiti. E c'è anche il teatro lesbico.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2241 0

Mancano 45 giorni al Bologna Pride 2008, la manifestazione nazionale dell’orgoglio LGBT che quest’anno torna nel capoluogo emiliano, e il calendario degli eventi che lo precedono è già più che fitto. Domani 13 maggio alle 21 sarà il turno del Movimento Identità Transessuale con l’incontro intitolato "Favolosità di un tacco lanciato: da Stonewall 1969 a Bologna 2008 un tacco si aggira per il mondo". Sylvia Rivera è stata certamente fra le iniziatrici dei movimenti politici che si battono per i diritti di lesbiche, gay e transessuali. Una delle protagoniste della rivolta di Stonewall, scomparsa pochi anni fa, è ricordata – assieme alla storia e alle storie dei gay pride – da Porpora Marcasciano, sociologa, attivista, scrittrice e militante del MIT, e Nicoletta Poidimani, ‘intellettuale militante’, filosofa e saggista. Durante la conferenza proiezione del video A present to Sylvia. L’ingresso all’incontro, che si terrà presso la sede del circolo Arcigay il Cassero, è gratuito.

Giovedì 15 maggio, sempre alle 21 si parla della politica di casa nostra, sempre a ingresso gratuito nei locali del Cassero, alcuni autorevoli esponenti del movimento LGBT affronteranno il tema "Orecchie da mercanti, la politica italiana e il riconoscimento dei diritti di lesbiche, gay e transessuali". Perchè l’Italia è uno dei pochi paesi al mondo che non ha (e a quanto pare non prevede di avere) una legislazione che regoli i rapporti fra persone dello stesso sesso nel caso di coppie di fatto, o disegni di legge a tutela a persone gay e lesbiche? A discuterne saranno Franco Grillini, l’avvocato Ezio Menzione, Titti De Simone e Cristina Gramolini. 

Mercoledì 21 maggio alle 22, invece, sarà il turno del teatro lesbico con due spettacoli che raccontano, attraverso un punto di vista dichiaratamente lesbico, un alto livello di espressione artistica e una componente attoriale immediata e diretta, parte dell’immaginario femminile omosessuale contemporaneo. Andranno in scena "Le dita lesbiche", di e con Eleonora dall’Ovo, e "Sola ma non troppo: spettacolo comico civico", a cura di Mikamale Teatro, di e con Mikaela Cappucci. Il biglietto d’ingresso ha un costo di 5 euro, ed è riservato ai soci Arci, Arcigay e Arcilesbica. Gli spettacoli si terranno presso il circolo Arci Locomotiv di via Serlio 25/2.

Leggi   Queer Pride a New Delhi in onore della Corte Suprema
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...