Bologna Pride: tutti gli eventi delle prossime settimane

di

Festival del cinema trans, torneo di volley con 200 atleti, conferenze e mostre fotografiche, ecco il programma della Bologna gaya in attesa del 28 giugno.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1632 0

Prosegue il fitto calendario di appuntamenti e iniziative in preparazione del Bologna Pride del 28 giugno. Rassegne cinematografiche, conferenze, mostre, presentazioni di libri e eventi sportivi animano la vita bolognese da qui alla data dell’evento conclusivo per il quale si attendono manifestanti da tutta Italia.

Dal 29 al 31 maggio è in programma un festival di cinema e tematica trans: DiverGenti. Il festival si terrà presso il cinema Lumièr di via Azzo Gardino 65. Promette di essere un festival di respiro internazionale in quanto prevederà la proiezione di film e documentari provenienti da tutto il mondo. Obiettivo del festival è la promozione e l’incentivazione di una produzione artistica e culturale sulla questione Trans e dell’Identità di genere. Creare i presupposti per una conoscenza corretta, seria e approfondita dell’esperienza transessuale, fare in modo che essa si liberi dai facili stereotipi che nel tempo gli sono stati cuciti addosso. In programma molte anteprime, tra cui Omaggio a Sylvia Rivera di Porpora Marcasciano e Luki Massa, e ospito d’onore come Vladimir Luxuria e Eva Robin’s.

Venerdì 30 maggio, gli appassionati di fotografia potranno partecipare all’inaugurazione della mostra “Bearflavoured” alle ore 16:00 presso la Libreria Igor di via San Petronio Vecchio. L’esposizione, organizzata dall’associazione Feed the Bears, propone un percorso nell’immaginario estetico ursino che si concluderà venerdì 6 giugno con la presentazione, in anteprima italiana, dell’omonimo libro alle 18 sempre presso la Libreria Igor, alla quale saranno presenti i due autori: Aki Choklat e Christian Trippe. Proprio il 6 notte, l’associazione festeggia anche il suo settimo compleanno.Il volume Bearflavoured raccoglie il lavoro di oltre 30 designers e artisti internazionali di diverse discipline, come illustrazione, fotografia, moda e pittura.

Il 3 giugno, martedì, è in programma una conferenza che vuole essere una festa di laicità. Il tema è "Radici d’Europa. La tolleranza, la  libertà di critica e di scienza nell’identità dell’Occidente" e si terrà alle 21 presso la Sala di Cappella Farnese, Piazza Maggiore 6."In occasione del Pride – spiegano gli organizzatori – proviamo a ragionare sui valori fondanti della civiltà europea con i più bei nomi della cultura italiana, in tre incontri imperniati su quattro temi chiave:, ricerca scientifica, libertà di espressione, eguaglianza di fronte alla legge e, sullo sfondo, il grande tema della laicità della politica". Nel primo di questi incontri il tema sarà, appunto le radici d’Europa, ovvero la scelta fatta dalla Carta Fondamentale dell’UE che, abbandonando l’idea di ricondurre le proprie origini alla tradizione giudaico-cristiana, rimanda invece all’idea di tolleranza, di convivenza e pari dignità delle diverse convinzioni politiche, religiose, ideali. Tra i relatori, molti nomi eccellenti, tra cui l’astronoma Margherita Hack e il giornalista Corrado Augias.

Il giorno dopo, mercoledì 4 giugno, dalle 15 alle 20, sarà il turno del Progetto "Guarda in faccia la violenza" tema quanto mai attuale, soprattutto alla luce della recrudescenza di episodi di intolleranza. L’iniziativa è promossa da Arcilesbica e dalla Rete Donne Arcigay. Molte sagome verranno esibite in diversi luoghi della città di Bologna nella settimana che precede l’iniziativa di piazza. Narreranno storie di violenza subite da donne lesbiche e bisessuali, ma anche da uomini gay con l’obiettivo di far emergere una realtà sociale che agisce in maniera silenziosa. Le sagome verranno poi raccolte, il 4 giugno, in Piazza Santo Stefano a fare da scenario a diverse attività sul tema, con laboratori e dibattiti a partire dalle 15 e fino alle 20.

Leggi   Scuola di Londra partecipa al gay pride, alcuni genitori minacciano un'azione legale

Giovedì 5 guigno si parla di genitori e famiglia con un’iniziativa organizzata dall’Agedo e dalle Famiglie Arcobaleno. Presso la Sala Cervi del cinema Lumière si parlerà di "Famiglie e Omosessualità: Quali Famiglie. Essere Genitori, essere Omosessuali: una realtà". Le associazioni organzzatrici, a partire dalle 20, presentano due documentari costruiti con la collaborazione, la disponibilità e la capacità di mettersi in gioco di giovani, omosessuali ed eterosessuali, che raccontano la propria esperienza e la propria ricerca di identità , in un quadro di dialogo e scambio non solo con gli amici, i coetanei, ma anche con le famiglie.

Gli amanti dello sport, invece, potranno assistere al torneo Volley Pride 2008 che si svolgerà sabato 7 giugno. A partire dalle 8.30 del mattino presso le Palestre Farini e Don Marella in via Populonia e le Palestre Manfredi in via Felsina 40 le squadre di volley GLBT di tutta Italia si confronteranno per tutta la giornata all’insegna dello spirito sportivo più sano che da sempre insegna la tolleranza ed il rispetto verso gli altri e verso noi stessi. Il torneo sarà articolato su 3 diversi livelli, con circa 20 squadre partecipanti e circa 200 atleti. Si avrà una prima fase di qualificazione gara, che occuperà gran parte della giornata, per poi concludersi con le consuete semifinali e finali. La premiazione della squadra vincitrice è prevista per le 19.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...