Bologna, scambia due muratori per coppia gay e li aggredisce: arrestato

di

Il 41enne italiano aveva visto i due uomini dentro una macchina.

CONDIVIDI
321 Condivisioni Facebook 321 Twitter Google WhatsApp
1634 2

Ha visto due uomini a bordo di un’automobile, li ha scambiati per una coppia gay e li insultati e aggrediti, sfondando con un pugno uno dei finestrini.

In seguito la situazione si è chiarita ma l’uomo, un 41enne italiano “in evidente stato di ebbrezza”, è stato comunque arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna, per danneggiamento aggravato e violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, a cui è sottoposto per alcuni precedenti per reati contro il patrimonio.

Il delirante episodio è avvenuto poco prima delle 16.30 di martedì 28 agosto, quando la Centrale operativa del 112 “è stata informata che un uomo aveva sferrato un pugno contro il finestrino di un’auto parcheggiata in via Zinella”. Quando i Carabinieri sono arrivati sul posto “si sono trovati di fronte tre persone che stavano parlando accanto a un Fiat Doblò con il finestrino lato guida in frantumi e alcune macchie di sangue”, e hanno appreso che poco prima il 41enne, avendo scambiato i due uomini a bordo del veicolo per una coppia gay appartata, li aveva insultati con frasi omofobe, rompendo con un pugno il finestrino.

In realtà si trattava di due muratori albanesi di 46 e 60 anni, residenti in provincia di Bologna, che stavano tornando a casa dal lavoro e che “sono scesi per tranquillizzare l’uomo”, spiegandogli chi erano e che “si erano fermati per prendere una bottiglia d’acqua e allacciarsi le cinture di sicurezza”. A quel punto l’aggressore si è scusato e i muratori hanno accettato le scuse, dicendo che non lo avrebbero denunciato a patto che ripagasse il danno all’auto – di proprietà della ditta per cui lavorano – ma il 41enne è comunque poi finito in manette per aver violato la sorveglianza speciale.

Ieri mattina, in sede di giudizio direttissimo, “l’arresto è stato convalidato e la sentenza è stata posticipata per la richiesta dei termini a difesa”.

Fonte: Corriere.it

Leggi   Barcellona: assalta il commissariato urlando 'Allah Akbar', la moglie: "Era gay, si voleva suicidare"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...