Bossi: Silvio ha salvato paese da pedofilia e matrimoni gay

Il leader della Lega elogia il presidente del Consiglio. Avrebbe avuto il merito di impedire che l’Europa approvasse leggi in favore di pedofili e omosessuali.

Silvio Berlusconi «avrà le sue colpe», ma è anche dotato di «sensibilità popolare», ha «la fede», su molte cose «la pensa come la Lega», e in un paio di occasioni «ha salvato il Paese dal disastro», dicendo no «alla famiglia "orizzontale" e alla pedofilia». È il giudizio di Umberto Bossi, che ai microfoni di Sky Tg24 spiega: «Io con Berlusconi sono amico non per chissà quali motivi: noi siamo l’unico partito che non ha mai chiesto niente a Berlusconi. Io sono diventato amico di Berlusconi quando ha fatto cose importanti, come fermare la "famiglia orizzontale" che proponeva un ministro europeo. Meno male, altrimenti ora avremmo il Paese pieno di matrimoni omosessuali. Lì Berlusconi ha salvato il Paese».

Insomma, per il leader della Lega Berlusconi «non è così cattivo come lo descrivono i giornali di sinistra, ha la fede, e su certe cose la pensa come la Lega». Bossi cita un altro esempio: «Anche quando la UE spingeva per per far passare la pedofilia, io mandai Castelli per fermarla e Berlusconi non si oppose: anche lui era contro quelle schifezze. Lì ho capito che Berlusconi aveva una sensibilità popolare, su queste cose che hanno salvato il Paese dal disastro».

Il leader leghista ha attaccato poi Piero Fassino confondendolo col Sindaco di Torino Sergio Chiamparino: «Fassino ha celebrato a Torino un matrimonio tra due donne, che il giorno dopo si sono affrettate a chiedere l’adozione di un bambino. Sono cose fuori dalla cultura tradizionale, inadatte alla nostra sensibilità».

Ti suggeriamo anche  Insulti omofobi a un rivale: Un mese di squalifica per un rugbista