Boy George contro Eminem e l’omofobia

Il cantante e dj ha rivelato di essere stato assalito da un gruppo di ragazzi omofobi pochi giorni fa a Londra e invita Eminem a educare i suoi fan al rispetto.

Boy George ha raccontato di aver temuto per la propria vita quando è stato assaltato da un gruppo di giovani omofobi dopo un recente concerto a Londra.

Il Dj e ex-pop star dei Culture Club ha detto che ha avuto paura che stessero per ucciderlo, quando centinaia di ragazzi urlanti hanno circondato la sua auto fuori del Missy Elliot a Brixton, nella zona sud di Londra.

Boy George ha rivelato i dettagli dell’incidente mentre discuteva delle sue posizioni riguardo il rapper Eminem, che è stato più volte criticato per i suoi testi omofobi.

In un’intervista alla rivista Q, la star quarantenne ha detto: «Andai al Missy Elliot a Brixton e se non ci fosse stata la polizia, sarei stato ucciso. Non sono mai stato tanto spaventato in tutti questi anni che vivo a Londra».

Ha poi criticato Eminem per non fare di più per mutare le posizioni dei giovani fan del rap verso la comunità omosessuale. «Dal momento che la comunità rap è molto omofoba, Eminem farebbe davvero bene a dire qualcosa di diverso. La gente dice che dovrebbe avere il diritto di dire quello che pensa. Ma io non credo, almeno non dovrebbe essere celebrato per quello».

di Gay.com UK

Ti suggeriamo anche  Freddie Mercury: 26 anni fa la scomparsa del frontman dei Queen