Brasile: calciatori licenziati dopo un video gay a luci rosse

In tre si sono fatti riprendere in atteggiamenti intimi negli spogliatoi e il video è subito diventato virale. Ora il presidente del club è accusato di omofobia.

A metà tra la goliardata e forse la voglia di fare qualcosa di più, allo Sport Clube Gaucho in Brasile un calciatore si è fatto riprendere mentre in ginocchio masturbava altri due compagni di squadra.

Il video di pochi secondi e registrato da un altro membro del team negli spogliatoi è stato caricato su YouTube diventando virale, prima di essere prontamente rimosso dalla piattaforma.

Il presidente del club della terza serie brasiliana, Gilmar Rosso, ha annunciato a Globo Esporte che i quattro giocatori sono stati licenziati. Una decisione che ha sollevato molte polemiche, a cui sono seguite accuse di omofobia.

Il presidente del club però precisa che si tratta solo di provvedimenti per comportamenti oltraggiosi tenuti nelle strutture della squadra: “Non c’è nessun pregiudizio. Quello che fanno fuori dall’orario di lavoro non è un nostro problema. Se vogliono ubriacarsi, gay o meno, è un fatto loro”.

Per i quattro calciatori, di cui non sono stati fatti i nomi, il futuro sportivo non sarà affatto facile, come lascia immaginare quest’altra dichiarazione del numero uno del club: “Per quel che ne so, quei tre sono etero, ma ora dovranno dimostrare di non essere gay”.

Ti suggeriamo anche  Sciopero della fame contro il governo italiano: ritiri il patrocinio al Congresso della Famiglia